/ Attualità

Che tempo fa

Cerca nel web

Attualità | martedì 15 maggio 2018, 12:15

Imperia, YouPol la nuova app della Polizia: "Darà più sicurezza garantendo un intervento rapido ed efficace" (Foto e video)

Possibilità di segnalare live atti di bullismo o uso e consumo di stupefacenti con tanto di allegati: foto, video e link

É stata presentata ufficialmente questa mattina, presso la sala riunioni della Questura di Imperia, la nuova app della Polizia di Stato: YouPol. Si tratta di un sistema semplice, intuitivo e veloce per mettersi in contatto con la centrale operativa segnalando, in live, atti di bullismo o uso e consumo di stupefacenti. Sono queste le due branche alle quali è dedicata l'applicazione che, come spiegato durante la conferenza: "non dovrà essere una sovrapposizione, ma un'implementazione del classico servizio di chiamata".

Lo scopo è quello di sensibilizzare la cittadinanza, soprattutto quella giovane, offrendo un servizio rapido che potrà contare sulla geolocalizzazione e anche su allegati: foto, video e link che testimonino il fatto in tempo reale.
Ci si può registare o rimanere anonimi aprendo una conversazione con un operatore di polizia senza destare sospetto. Sarà infine disponibile un tasto rosso di emergenza che permetterà di chiamare offline usufruendo del normale servizio del 112.

L'applicazione è stata creata dal Ministero e sperimentata inzialmente a: Roma, Milano e Catania. Da lì è stata trasferita nei capoluoghi di regione e ora in tutte le province. Fino a oggi YouPol è stata scaricata 118 mila volte con 3283 segnalazioni tra atti di bullismo e quelli legati agli stupefacenti. L'app è gratuita sia per sitema Android che per IOS e deve essere utilizzata con cognizione di causa. Chi infatti ne farà un uso imporprio incapperà nelle responsabilità di legge.

Queste le parole del Commissario Capo Dottor Raimondo Martorano a margine della conferenza:

"YouPol darà più sicurezza ai cittadini, non solo ai giovani, garantendo un intervento ancora più efficace e mirato delle forze presenti sul territorio. Si tratta di un app facile, intuitiva, gratuita attraverso la quale interloquire in tempo reale direttamente con le nostre sale operative inviando messaggi, foto o video che documentano la commissione o il verificarsi di fatti connessi al bullismo o all'uso e al consumo di stupefacenti. Abbiamo la possibilità di geolocalizzare la posizione di colui che segnala il fatto e quindi di intervenire in maniera rapida, efficace e soprattutto efficente ".



Lorenzo Bonsignorio

Animus Loci:
tracce d'Europa nel cuore d'Italia

In diretta sul nostro quotidiano venerdì 25 maggio dalle ore 17. SCOPRI DI PIU'

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore