/ Eventi

Eventi | 25 maggio 2018, 19:06

Imperia: al via l'edizione 2018 della 'Fiera del Libro', Aimo "Momento di aggregazione importante per tutta la città" (Foto e Video)

Ospite d’eccezione all’inaugurazione l’on. Piero Fassino, presente alla manifestazione in veste di autore per l'uscita del suo ultimo scritto

Il taglio del nastro

Il taglio del nastro

Si alza il sipario sulla 17ma edizione della ‘Fiera del Libro, festival della cultura mediterranea’ che si svolgerà nella zona pedonale di via Cascione a Porto Maurizio a partire da questo pomeriggio fino a domenica 27 maggio.

L’affermato evento, che negli anni ha raggiunto una caratura di livello internazionale, è organizzato dal Comitato San Maurizio presieduto da Luciangela Aimo, insieme con la commissione scientifica presieduta da Annelise Caverzasi con il patrocinio della: Presidenza del Consiglio dei Ministri e Ministero dei Beni e Attività Culturali, Città di Imperia, Provincia di Imperia, Camera di Commercio Riviere di Liguria e Regione Liguria.

Al taglio del nastro erano presenti, oltre agli organizzatori: il Prefetto Silvana Tizzano, il vicesindaco Guido Abbo per il Comune di Imperia, il Questore Cesare Capocasa, il presidente della Provincia Fabio Natta, l’assessore regionale Marco Scajola e il comandante dell’Arma dei Carabinieri Andrea Mommo.

"Un momento importante per la manifestazione – ha spiegato Luciangela Aimo, organizzatrice della Fiera del Libro. Questa inaugurazione rappresenta una circostanza di grande aggregazione per tutta la città, sia per i volontari che per le aziende che sponsorizzano l’evento e per gli enti istituzionali che da 17 anni ci seguono e ci affiancano validamente per la realizzazione dell’iniziativa. Quest’anno il festival ha un tocco di internazionalità con l’Associazione degli editori corsi in fiera, un evento che potrebbe aprire scenari futuri importanti".

"Meravigliosa manifestazione – ha dichiarato il vicesindaco Guido Abbo. Il comitato San Maurizio fa questa cosa stupenda, 17 esima edizione molto ben riuscita. Un modo bellissimo per vivere la città e per vivere via Cascione, sono molto felice di essere qui".

"Sono felice di essere a questa manifestazione – ha detto l’assessore regionale Marco Scajola. Devo dire che non manco mai, l’ho vista crescere in questi 17 anni. Una manifestazione importante per Imperia, ma in generale per tutta la Liguria. Come Regione la sosteniamo perché riteniamo che questi eventi siano importanti per valorizzare i nostri borghi. Qui siamo nella splendida Porto Maurizio che anche attraverso la Fiera del Libro viene valorizzata e conosciuta dai tanti turisti che verranno in questi giorni. Allo stesso tempo è una manifestazione  di cultura e di prestigio che porta qui degli scrittori di livello nazionale e non solo e di questo siamo molto felici. Complimenti  al comitato San Maurizio, a Luciangela Aimo per il grande lavoro che fanno. Come Regione facciamo la nostra parte sia a Imperia che in tutta la Liguria".

Ospite d’eccezione all’inaugurazione l’on. Piero Fassino presente alla manifestazione in veste di autore per l'uscita del suo ultimo scritto 'Pd davvero’. Fassino a margine dell’apertura della fiera ha rilasciato un’intervista ai nostri microfoni:

"Il fatto che questa  sia la 17 esima edizione già dice quanto questo evento sia radicato e consolidato, cresce anno dopo anno – esordisce l’onorevole Piero Fassino. Sono oltre 40 le città in Italia che organizzano questo tipo di manifestazioni dedicate al libro e sono un grande momento di rapporto tra i cittadini e la cultura. In fondo ciascuno di noi è cresciuto con i libri, ha letto nell’età infantile un libro di favole e nell’età adolescenziale ha formato la sua personalità sui libri. Poi mano a mano il libro ha accompagnato la nostra vita, ciascuno di noi ha qualche libro a cui è particolarmente affezionato sono l’identità di una persona, di una comunità e anche delle nazioni".

Sul suo nuovo libro: "Ho scritto un libro uscito in queste settimane dedicato alle sfide che la sinistra ha davanti. Le domande difficili: l’immigrazione, la sicurezza, l’impatto della globalizzazione, il lavoro, i giovani sono i grandi temi che abbiamo davanti a cui dobbiamo dare delle risposte tanto più dopo un esito elettorale come quello del 4 marzo. Credo sia giusto che la sinistra si interroghi , rifletta e ricostruisca un pensiero che, partendo da queste domande, riconquisti la fiducia dei cittadini".

 

Lorenzo Bonsignorio - Andrea Gavi

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium