/ Al Direttore

Che tempo fa

Cerca nel web

Al Direttore | venerdì 27 luglio 2018, 13:52

Imposta sul bollo e pubbliche amministrazioni. Regolarizzazioni del tempo che fu, una Circolare della Prefettura di Porto Maurizio del 30 settembre 1880

Il racconto di Pierluigi Casalino

Imposta sul bollo e pubbliche amministrazioni. Regolarizzazioni del tempo che fu, una Circolare della Prefettura di Porto Maurizio del 30 settembre 1880

"Nel carteggio dedicata agli adempimenti fiscali delle pubbliche amministrazioni del tempo andato si rinviene una circolare diramata dalla allora Prefettura di Porto Maurizio circa un chiarimento in materia di tasse di bollo relativamente alle Deliberazioni delle Opere Pie. Nella circolare, indirizzata appunto ai sindaci dei comuni della provincia di Porto Maurizio, ai presidenti delle congregazioni di carità, ai direttori ed amministratori delle opere pie della provincia si legge infatti che: 'La locale Regia Intendenza di Finanza ha notificato a questa Prefettura che nella verifica delle Segreterie delle diverse Opere Pie, Ospedali, e Congregazioni di Carità, l'Ispezione Demaniale ebbe a rilevare che deliberazioni sui bilanci, Conti Consuntivi, e sulle altre materie della loro gestione, non erano munite del bollo, e desistette dall'accertare contravvenzioni. Interpellato sul proposito il Ministero delle Finanze, questi ha stabilito non esser dubbio sull'obbligo del bollo a Centesimi 50 per tutte le deliberazioni, quando queste debbono essere munite del Visto dell'Autorità Superiore. Siccome però poteva su ciò nascere dubbi, così il Ministero stesso ha acconsentito che gli atti della specie e che cadrebbero in contravvenzione, siano regolarizzati col solo pagamento della tassa di bollo, senza conseguenze penali. Eppertanto, nel rendere di quanto sopra informati i Signori Presidenti delle Congregazioni di Carità, Direttori, ed Amministratori delle Opere Pie della Provincia, Li prego di volere approfittare del suindicato provvedimento di favore, ed assoggettare alla tassa di bollo tutte le deliberazioni originali soggette all'approvazione superiore, quali, ad esempio, quelle relative ai resoconti consuntivi, all'alienazione ed acquisto di stabili, ai mutui, insomma tutte quelle che abbisognano di una speciale approvazione. Attendo un cenno di ricevuta della presente.

Pel Prefetto A. Magno'.

Fin qui la circolare prefettizia portorina. La diligenza dei funzionari sembra che non andasse disgiunta all'equilibrio riflessivo e alla sana ed opportuna amministrazione della cosa pubblica, evitando rigorosi ed inutili intendimenti persecutori. 

Pierluigi Casalino".

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore