/ Al Direttore

In Breve

mercoledì 10 ottobre
mercoledì 03 ottobre
sabato 29 settembre
giovedì 27 settembre
domenica 23 settembre
domenica 16 settembre
venerdì 14 settembre
mercoledì 12 settembre
martedì 11 settembre
lunedì 10 settembre

Che tempo fa

Cerca nel web

Al Direttore | domenica 05 agosto 2018, 10:36

Forza Nuova Imperia chiede al Governo provvedimenti sugli stupri commessi dai stranieri

“Il tasso di incidenza sulla percentuale di stupri è molto più alta rispetto a quella dei cittadini autoctoni”

Forza Nuova Imperia chiede al Governo provvedimenti sugli stupri commessi dai stranieri

Riceviamo e pubblichiamo l'intervento del coordinatore provinciale di Forza Nuova Alessandro Condò.

Vorremmo esprimere le nostre personali considerazioni in merito all'ennesimo fatto di cronaca avvenuto qualche giorno fa e che ha visto coinvolta una giovane ragazza tedesca d'origine russa in villeggiatura con la famiglia a Sanremo.
Anche se l'esatta dinamica dei fatti è ancora al vaglio degli inquirenti, alcuni punti fermi su questa triste vicenda, parrebbero esserci.
Uno fra tutti, è quello che  l'extracomunitario  si troverebbe clandestinamente in Italia dal 2015 e avrebbe alle spalle almeno cinque alias e precedenti per droga e altri reati.
Questa è la solita triste ed irritante cantilena che siamo abituati a sentirci ripetere ormai da anni.
Per evitare di essere, come spesso ingiustamente accade, tacciati come razzisti o xenofobi, riportiamo alcuni dati che riteniamo significativi e sui quali sarebbe il caso di ragionare.
Ogni anno avvengono in Italia mille stupri commessi da migranti, regolari o clandestini.
Un dato scioccante che dovrebbe mettere in allarme le autorità e gli italiani, sempre più spaventati dal rischio di finire vittime di un branco di stupratori.
A tal proposito ricordiamo due casi su tutti, ovvero quello di Rimini dello scorso anno e quello recente di Macerata.
Le stime diffuse dall'Istat parlano chiaro e sono sempre numeri al ribasso, visto che solitamente solo il 7% degli stupri viene denunciato.
L'istituto di statistica, spiega che nei primi sei mesi del 2017 le violenze sessuali sono state 2.333, allo stesso livello di quelle commesse nell'anno precedente, quando gli stupri furono 2.345.
A sorprendere però sono gli autori denunciati di tali orribili atti: nel 2017 sulle scrivanie delle forze dell'ordine sono finiti i profili di 1.534 italiani e ben 904 stranieri. Divisione rimasta anche questa pressocché invariata rispetto all'anno precedente, quando gli stranieri furono 909 e i nostri concittadini 1.474.
In sostanza, ogni anno, mille migranti si macchiano dell'orrendo reato dello stupro.
Il numero è tutt'altro che irrilevante se si considera che il calcolo va fatto tenendo conto che gli stranieri regolari in Italia siano 5 milioni (secondo l'ultimo dato ufficiale) oltre ad un altro milione di irregolari.
Questo significa che il tasso di incidenza sulla percentuale di stupri è molto più alta rispetto a quella dei cittadini autoctoni.
Ci auguriamo che l'attuale governo prenda in seria considerazione questi dati e faccia il possibile per invertirne la tendenza.
Sia chiaro che non devono assolutamente passare in secondo piano tutti gli stupri commessi dagli italiani ma, a maggior ragione, riteniamo che non ci sia motivo per importare potenziali stupratori da altri paesi.

 

C.S.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore