/ Politica

Che tempo fa

Cerca nel web

Politica | giovedì 09 agosto 2018, 15:57

Imperia: caos sulle elezioni amministrative, Carpi "Verbali in bianco e votanti inseriti illegittimamente per il ballottaggio" (Foto e video)

Nel seggio 5, via Della Chiesa di 743 votanti, il verbale risulta in bianco nella parte dove andrebbero scritti il numero dei voti, le schede nulle e gli altri dati riguardanti l'elezione. Nel seggio 8, piazza Mameli, invece risulta inserito, in data 24 giugno, un elettore non presente nella lista elettorale

La nuova amministrazione comunale di Imperia è in carica da circa un mese e mezzo, ma permangono ancora i dubbi sulla sua regolarità. Questo ciò che emerge dall'analisi dell'ex candidato sindaco genovese Carlo Carpi che ha personalmente fotocopiato e passato in rassegna i verbali di un campione dei 44 seggi imperiesi.

In particolare si tratta di: 5, 8, 19 e 38. In due di questi sarebbero state riscontrate importanti anomalie.
Nel seggio 5, via Della Chiesa di 743 votanti, il verbale risulta in bianco nella parte dove andrebbero scritti il numero dei voti, le schede nulle e gli altri dati riguardanti l'elezione. Nel seggio 8, piazza Mameli, invece risulta inserito, in data 24 giugno, un elettore non presente nella lista elettorale del 10 giugno. Cosa non fattibile per legge se non in caso di smarrimento della tessera tra primo e secondo turno.

Inoltre questa persona, secondo quanto appreso da Carpi, risulterebbe interdetta al voto come spiegato dallo stesso ex candidato ai microfoni di Imperianews:

"Abbiamo analizzato 4 seggi su 44 come campione. Nel seggio 5, sia al primo turno che al ballottaggio, il verbale è risultato completamente in bianco. Sulla base di questo non si riesce a capire come abbiano fatto prima il Comune, e poi il tribunale all'interno del comitato elettorale centrale, previsto per legge nei comuni superiori ai 15 mila abitanti, a definire la ripartizione dei voti. Non sono indicate nemmeno schede nulle e bianche. Nel seggio numero 8 invece risulterebbe aver votato al ballottaggio, inserito proprio in data 24 giugno, un soggetto votante non iscritto nelle liste elettorali. Pare inoltre, a livello di ipotesi, che sarebbe un interdetto inabilitato al voto, comunque quello che conta è che per legge non può essere modificata la composizione degli aventi diritto al voto tra il primo e il secondo turno. In ultima analisi, ciò che ritengo incredibile è che il tribunale, nonostante non mi abbia convocato il martedì post elezioni pur avendone diritto per partecipare alle operazioni di spoglio e quadratura di seggio, nonostante io abbia prima scritto oralmente e poi su carta il diritto a poter verificare gli atti, ancora oggi io non sono stato messo in grado di visionarli. Di volta in volta il personale non c'è, è in ferie, ed è incredibile come in un'istituzione statale con centinaia di dipendenti non ci sia nessuno che possa farmi vedere ciò che per legge ho diritto a visionare".

Il candidato genovese si è recato oggi in comune per visionare un altro seggio, il 18. Anche qui, sempre a detta di Carpi, risulterebbe un votante inserito per il ballottaggio.

 

Lorenzo Bonsignorio

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore