/ Attualità

Che tempo fa

Cerca nel web

Attualità | martedì 14 agosto 2018, 13:45

Il Parco delle Alpi Liguri rinnova la certificazione ISO 14001, "L’obiettivo agevolare una coscienza ambientale sul territorio"

"Il Parco, anche da questo punto di vista, rivestirà l’importante ruolo di ambasciatore regionale per il miglioramento della qualità ambientale in Liguria nel rispetto delle normative".

Il Parco delle Alpi Liguri rinnova la certificazione ISO 14001, "L’obiettivo agevolare una coscienza ambientale sul territorio"

Il Parco Naturale Regionale delle Alpi Liguri ha rinnovato nel mese di luglio la certificazione ISO 14001 per il proprio sistema di gestione ambientale.
Viene confermato l’impegno alla valorizzazione delle tematiche ambientali e alla condivisione di progetti partecipati sul territorio dell’area protetta i cui confini ricadono nei Comuni di Cosio d’Arroscia, Mendatica, Montegrosso Pian Latte, Pigna, Rezzo, Rocchetta Nervina e Triora in Provincia di Imperia.

"La sigla ISO 14001 identifica infatti uno standard di Gestione Ambientale stabilito a livello internazionale, con una serie di requisiti ai quali un’organizzazione può aderire in maniera del tutto volontaria per attuare e migliorare la propria politica ambientale" - spiegano dall'ente Parco.

Nel mese scorso, la Regione Liguria ha rinnovato per il Centro di Educazione Ambientale del Parco (CEA), unico accreditato in Provincia di Imperia, l’ammissione al Sistema Regionale di Educazione Ambientale. Si tratta di una rete di centri che operano sul territorio per facilitare processi di sviluppo sostenibile, attuare interventi educativi e migliorare i comportamenti di cittadini, scuole, imprese, enti locali.

"Questo è un riconoscimento importante, che assegna al Parco delle Alpi Liguri un valore aggiunto, specie in qualità di gestore di aree protette di elevatissimo pregio naturalistico: fra i propri obiettivi ambientali, il Parco si impegnerà infatti a promuovere la fruizione turistica sostenibile del territorio, assicurare la conservazione del patrimonio naturale, sensibilizzare residenti e visitatori, evitare sprechi, ricorrere ove possibile all’uso di fonti energetiche rinnovabili e aumentare la conoscenza delle risorse ambientali" - sottolineano dall'ente.

"L’obiettivo finale sarà di agevolare sull’intero territorio lo sviluppo di una coscienza ambientale che vada di pari passo con la consapevolezza. Il Parco, anche da questo punto di vista, rivestirà l’importante ruolo di ambasciatore regionale per il miglioramento della qualità ambientale in Liguria nel rispetto delle normative" - concludono.


C.S.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore