lunedì 20 agosto 2018, 10:00

'Sanremo e l'Europa', la mostra a Santa Tecla: quando, come e perché la terra di Sanremo era fertile ma...

La mostra di Santa Tecla tutta da vedere per conoscere la città e la sua storia

'Sanremo e l'Europa', la mostra a Santa Tecla: quando, come e perché la terra di Sanremo era fertile ma...

…Il lavoro ostinato degli abitanti l'ha resa gradevole ed estremamente fertile con la creazione di terrazze sorrette da muri a secco che son strette, ma si trasformano in campi dal terreno coltivabile e vigneti.

Gli alberi da frutto sono addossati a spalliere contro il muro di sostegno mentre i fichi ne occupano il bordo;  i ceppi d'uva fanno da piede ai fichi e la parte larga della fascia e seminata a frumento, orzo o legumi.

Poiché si vede poco bestiame che possa produrre letame per nutrire il terreno, gli abitanti suppliscono con le loro personali deiezioni. Raccolgono la paglia, le foglie e tutte le specie di rifiuti in marcite, scavate nei pressi delle abitazioni, dove deviano le piogge e le acque dei tetti per decomporre tutti questi rifiuti che si trasformano, in un paio d'anni, in un composto meravigliosamente adatto per ingrassare le scarse zolle naturali guadagnate da quelle che erano state balze spoglie.

E questo il modo in cui 1'iniziativa e la laboriosità di questi repubblicani supplisce a ciò che la natura e 1'infertilità della loro terra rifiuta.

Hanno a disposizione olio, frutti, vino, ortaggi che sono la base della loro sussistenza e dei commerci…

 

Voyages du P. Labat en Espagne et en Italie 

Tome premier - au depens de la Compagnìe MDCCXXXI

 

…San Remo è terra popolosa  non meno di 11000 abitatori. I più de’ quali coltivano gli odoriferi loro giardini, i loro fruttiferi colli, e si ritirano nella sera al cessare delle campestri fatiche.

Di ciò nasce che agli occhi dello straniero San Remo tenga sembianza di una città di contadini.  Non pertanto il Galanti afferma ch' essa "è una delle più belle città della costa Ligure, e pér molti lati egli non esce dal vero”.

- Nota di un medico del paese. I terrazzani di San Remo bevono un' acqua fetida, alla quale si attribuiva la frequenza, ne' corpi umani, dell'orribile tenia. Frequentissime erano prima le tenie ma nessuna ha resistito al decotto  della radice di Melograno: nello spazio di pochi mesi mi riuscì di espellerne 18 intere e viventi. “I mali flogistici costituiscono i nove decimi delle altre malattie”.    

La soverchia differenza fra maschi e femmine proviene dalla migrazione ch'è notabilissima né primi. Se la ricolta delle olive non è buona, più di un migliaio va in Francia e specialmente a Marsiglia, per cercar vitto col lavoro…

Da  Viaggio nella Liguria Marittima  di Davide Bertolotti

Dai Tipografi Eredi Botta Torino 1834 pag 262

 

La Mostra SANREMO e l'EUROPA in svolgimento a Santa Tecla sino al 9 settembre, è strettamente collegata al copioso patrimonio artistico e storico esistente nel Museo Civico di Piazza Alberto Nota in Sanremo, con la Pinacoteca Rambaldi di Coldirodi  e la Chiesa di Santa Brigida nella Città vecchia; tutti luoghi che invitiamo caldamente di visitare. -

 

- Ingresso libero orario 17- 23.

Chiusura settimanale: il Lunedì

-       Programmi

-         - Mercoledi 22 agosto ore 18,30  Dott\ssa Paola Forneris - Gli inglesi  nella Sanremo di fine Ottocento

-         - Sabato 25   Agosto ore  21,30 Prof. Saverio Napolitano - Stranieri in Riviera tra ottocento e novecento

-         - LUNEDI’ 27 Agosto all'Ariston-Sala 1 - Ore 21,30 verranno proiettati un cinegiornale sui Carnevali degli anni 20 ed il Film Ma l'amor mio non muore  di Mario Caserini girato a Sanremo nell'anno 1913.

La cittadinanza è cordialmente invitata dall’Ariston, dal Polo Museale di Genova, dal Comune di Sanremo e dal Club per l’Unesco di Sanremo nell'ambito delle manifestazioni collaterali alla Mostra Sanremo e l'Europa.

La Mostra proposta dal Club per l’Unesco di Sanremo  “Sanremo e l’Europa: l’immagine della città tra Otto e Novecento che si svolge a Santa Tecla resterà aperta sino al 9 settembre, e si avvale del Patrocinio del Polo Museale Ligure, del contributo del Comune di Sanremo, del prezioso aiuto degli Sponsor  Banca di Caraglio, COOP Liguria, C.N.A. Imperia, UNOGAS e Impresa Marino Sanremo.

 

 

 

Ti potrebbero interessare anche:
SU