/ Sanità

Sanità | 23 settembre 2018, 07:14

Gli adulti possono avere incubi? O è una prerogativa solo dei bambini?

Gli incubi sono sogni spiacevoli con contenuti particolarmente vividi e inquietanti, solitamente accompagnati da una forte risposta emotiva negativa.

Gli adulti possono avere incubi? O è una prerogativa solo dei bambini?

Si, anche gli adulti hanno gli incubi! Gli incubi sono sogni spiacevoli con contenuti particolarmente vividi e inquietanti, solitamente accompagnati da una forte risposta emotiva negativa (ad esempio paura, orrore, disperazione, ansia, tristezza, ecc.). Le persone possono svegliarsi da incubi con qualche angoscia, di solito con un buon ricordo del contenuto del sogno , e potrebbero non essere in grado di riaddormentarsi per qualche tempo. Sebbene secondo alcune stime almeno il 40%, e forse fino al 75%, del normale contenuto onirico sia in realtà di natura negativa, un incubo abbastanza brutto da svegliare qualcuno nel bel mezzo di un ciclo del sonno di solito si verifica solo una volta al mese .

Gli incubi sono più comuni nei bambini e negli adolescenti , ma uno su due adulti ha anche incubi occasionali, e circa il 2-8% della popolazione adulta è tormentato da incubi su base regolare. Le donne hanno più probabilità degli uomini di soffrire di incubi regolari . Secondo alcuni studi, i nottambuli (che naturalmente vanno a dormire più tardi e si svegliano più tardi) sono significativamente più inclini agli incubi , probabilmente a causa dell'accumulo di cortisolo al mattino presto in preparazione al risveglio .

Tra i temi più comuni degli incubi ci sono: sentirsi persi o intrappolati; cadere o affogare; malfunzionamenti di telefoni, computer o altri macchinari; problemi con una macchina o un altro veicolo; essere nudo o vestito in modo inappropriato in pubblico; disastri naturali o provocati dall'uomo; non essere riuscito o essere impreparato per un test o un esame; perdita o danni a una casa o proprietà; subendo un infortunio, malattia o morte; essere inseguito o attaccato; eccetera.

Come i sogni in generale, gli incubi sono spesso piuttosto bizzarri e surreali , anche se possono sembrare perfettamente realistici e logici per il sognatore . Molte persone credono che i sogni , e gli incubi in particolare, siano simbolici e non debbano essere presi per valore nominale o interpretati letteralmente. Piuttosto, gli incubi indicano che il subconscio sta cercando di trasmettere problemi importanti alla mente cosciente e di riflettere i propri sentimenti interiori verso un problema o una situazione particolare nella vita reale. Tuttavia, ci sono diverse scuole di pensiero sul significato e l'interpretazione dei sogni ed incubi , e molti scienziati oggi sono dell'opinione che non sia  nessun significato specifico .

Gli incubi ricorrenti , spesso generati da stress o problemi emotivi irrisolti, e particolarmente prevalenti nelle donne , possono causare molteplici risvegli durante la notte, portando a sintomi di privazione del sonno e interferendo con i modelli di sonno a lungo termine . Gli incubi ricorrenti sono a volte considerati una vera e propria parasonnia , che occasionalmente richiede anche un intervento medico.

Oltre alle cause psicologiche (stress, ansia, problemi emotivi, stress post-traumatico), gli incubi possono avere cause fisiche (ad esempio dormire in una posizione scomoda o scomoda, mangiare poco prima del sonno , febbre o altre malattie) o anche cause chimiche ( ad esempio l'ingestione di oppioidi, narcotici, antidepressivi, ecc.). La privazione del sonno è spesso un altro fattore che contribuisce, così come alcuni disturbi del sonno specifici come l' apnea del sonno e la sindrome delle gambe senza riposo . Ma a volte gli incubi sembrano avvenire spontaneamente , senza una ragione ovvia.

Dal punto di vista neurologico, si ritiene che gli incubi siano solo disfunzioni del normale processo dei sogni durante il sonno REM  . Queste disfunzioni possono essere dovute a squilibri di neurotrasmettitori o forse ad attività anormali nel sistema limbico (la parte del cervello che si occupa delle emozioni). Esiste un elemento genetico noto in casi più cronici e vi è una probabilità del 45-50% che i gemelli identici condividano una propensione agli incubi , rispetto a circa il 20% per i gemelli non identici.

Un pasto pesante a tarda notte rischia di causare un sonno interrotto in generale, i latticini contengono anche triptofano che può effettivamente aiutare a dormire bene la notte . Tuttavia, nessuno dei due casi ha implicazioni specifiche per il verificarsi di incubi .

Per dirla in altro modo, la radice anglosassone della parola " incubo " in realtà significava un soffocante spirito malvagio che veniva in visita la notte. La parola, quindi, sembra originariamente riferita alla parasonnia che ora chiamiamo paralisi del sonno , e che è stata usata solo per indicare un brutto sogno fino al 19 ° secolo.

I terrori notturni , mentre superficialmente solo un tipo estremo di incubo , sono in realtà un fenomeno molto diverso, sia biologicamente che psicologicamente, e sono considerati un tipo di disturbo del sonno . I terrori notturni si verificano in genere durante il sonno ad onde lente piuttosto che durante il sonno REM e raggiungono un'intensità che persino un brutto incubo non può corrispondere. Di solito iniziano intorno ai tre-sei anni e generalmente scompaiono durante l'adolescenza. I sofferenti spesso siedono in posizione eretta, urlano, piangono, balbettano in modo incoerente e gesticolano freneticamente, e possono essere confusi e completamente inconsolabili per un bel po 'di tempo dopo il risveglio. Spesso sudano abbondantemente e il loro battito cardiaco e la pressione sanguigna sono in genere significativamente elevati. Di regola, non sono in grado di ricordare alcun dettaglio di qualsiasi immagine del sogno , e al mattino potrebbero non essere nemmeno consapevoli di essersi risvegliati del tutto. 

                                                                       Roberto Pioppo               

Bibliografia
Jouvet M.Handbook of Psychobiology, Academic press, NY 1975
-Bruni O.,Principi di medicina del sonno in età evolutiva, Mediserve 2000
-Dement W.,Il sonno e i suoi segreti, Baldini Castoldi Dalai, MILANO 2004
-Charles M. Morin,Colin A. Espie,Insonnia - Guida alla valutazione e all'intervento psicologico, McGraw-Hill, Milano, 2004 

Responsabile di Rubrica: Roberto Pioppo
Contributo Psicologico: Dott.ssa Irene Barbruni
Contributo Ricerca Oncologica: AIRC,  Associazione Italiana Ricerca sul Cancro 

Scrivete a: salute@sanremonews.it

Disclaimer:
Tutti gli articoli redatti dal sottoscritto, si avvalgono dei maggiori siti e documenti basati sulle evidenze, ove necessario sarà menzionata la fonte della notizia: essi NON sostituiscono la catena sanitaria di controllo e diagnosi di tutte le figure preposte, come ad esempio i medici. Solo un medico può effettuare la diagnosi ed approntare un piano di cura.

Le fonti possono non essere aggiornate e allo stato dell’arte possono esservi cure, diagnosi e percorsi migliorati rispetto all’articolo.

Immagini, loghi o contenuti sono proprietarie di chi li ha creati, chi è ritratto nelle foto ha dato il suo consenso implicito alla pubblicazione.

Le persone intervistate, parlano a titolo personale, per cui assumono la completa responsabilità dell’enunciato, e dei contenuti.

Il sottoscritto e Sanremonews in questo caso non ne rispondono.

Compito dell’infermiere è la somministrazione della cura, il controllo dei sintomi e la cultura all’ Educazione Sanitaria.

Roberto Pioppo

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium