/ Cronaca

Che tempo fa

Cerca nel web

Cronaca | mercoledì 10 ottobre 2018, 11:10

Sanremo: violenza sessuale sulla pista ciclabile, i dettagli sulla vicenda e sull'arresto di Rodrigo De Franco (Foto e Video)

La vittima, una donna di 23 anni, ha subito l'aggressione nella zona dell'ex tribunale.

Sanremo: violenza sessuale sulla pista ciclabile, i dettagli sulla vicenda e sull'arresto di Rodrigo De Franco (Foto e Video)

Dopo l'arresto di ieri, Polizia e Carabinieri oggi hanno fornito tutti i dettagli sulla violenza sessuale consumatasi sulla pista ciclabile e sull'arresto di Rodrigo De Franco. Il 36enne italiano di origini brasiliane è considerato dagli inquirenti come l'autore dell'efferato crimine. 



L'arresto è arrivato a poche ore di distanza dal crimine. Si è trattato di un fermo avvenuto grazie ad una operazione interforze che ha permesso di far scattare le manette ai polsi del presunto responsabile della violenza ai danni di una 23enne. La ragazza, di nazionalità britannica era imbarcata a Portosole di Sanremo. La giovane è stata braccata mentre faceva jogging sulla pista ciclabile.

"Come Commissariato siamo intervenuti quasi nell'immediato. Gli accertamenti si sono svolti nella giornata di lunedì - spiega il dirigente del Commissariato di Polizia, Giovanni Santoro - per ricostruire con l'ausilio della vittima e dei testimoni, tutto ciò che era possibile definire rispetto alle sembianze ed all'età di questo individuo. Gli accertamenti s sono basati anche sulla fitta rete di telecamere, non solo quelle pubbliche ma anche quelle degli esercizi privati. Questo ci ha permesso di ottenere un'immagine, un volto dell'aggressore, ancorché parziale, perchè indossava un cappuccio. Durante tutta la mattinata abbiamo collaborato con i colleghi dell'Arma, condividendo, immagini, risultanze ed accertamenti. Ci siamo appoggiati alla loro conoscenza del territorio fuori Sanremo. Questo ci ha permesso di restringere l'ambito". 

Fondamentale è stata la condivisione immediata di tutte le informazioni -  sottolinea il capitano dei Carabinieri di Sanremo, Mario Boccucci - Importante è stata la condivisione di un fotogramma estrapolato dal sistema di videosorveglianza ma ancora più fondamentale è stata la conoscenza del territorio da parte del personale dell'Aliquota Operativa, di alcuni militari che in passato hanno prestato servizio presso la stazione Carabinieri di Taggia e quindi conoscono le persone già note alle forze dell'ordine. Le indagini sono state indirizzate verso un singolo individuo controllato presso l'abitazione e insieme agli agenti del Commissariato e della Squadra Mobile abbiamo potuto fare alcuni accertamenti per poter eseguire il fermo".  

"La descrizione della vittima era precisa e dettagliata e ci ha aiutato molto per selezionare gli autori di questo crimine. Un plauso va a lei alla sua freddezza, al suo coraggio ed alla sua lucidità. Il fermo è stato eseguito perchè la vittima ha riconosciuto l'autore del reato così come i testimoni che hanno visto l'autore che scappava" - ha rimarcato il dott. Santoro.

De Franco, era già noto alle forze dell'ordine ed al momento del fermo non ha opposto alcuna resistenza. Erano le 7 del mattino quando la 23enne è stata avvicinata dal 30enne nella zona di via Anselmi. Dopo aver tentato di derubarla, il criminale l'ha rincorsa fino all'altezza della spiaggia di San Martino in via Privata Scoglio, e l’ha violentata. Una violenza poi confermata dalle visite mediche in ospedale. Subito dopo la denuncia sono scattate le indagini alla ricerca di testimoni ed elementi utili per risalire all'identità del responsabile.

Fino ad arrivare a ieri mattina quando Carabinieri e Polizia hanno fermato De Franco. Nella serata di ieri, il 30enne è stato tradotto presso la casa circondariale, a disposizione dell'autorità giudiziaria (LEGGI LA NOTIZIA QUI). 

Come rimarcato in chiusura di conferenza dalle forze dell'ordine, il sistema di videosorveglianza in questo genere di reati serve a fornire un aiuto valido per arrivare ad una risoluzione celere. Pertanto al termine dell'incontro con i media l'auspicio è stato verso un potenziamento ulteriore di questo importante strumento. 

LA DIRETTA

Pietro Zampedroni - Carlo Alessi

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore