/ Cronaca

Che tempo fa

Cerca nel web

Cronaca | giovedì 11 ottobre 2018, 15:28

Imperia: domani l'interrogatorio di convalida dell'arresto per Rodrigo De Franco, è tornata a casa la 23enne inglese (Video)

Scontata la convalida dell’arresto, De Franco è in carcere da martedì sera, dopo l’arresto ed il primo interrogatorio negli uffici della Compagnia dei Carabinieri di Sanremo. All’uomo sono stati contestati diversi reati, tra cui evasione, lesioni, sequestro di persona, rapina, violenza sessuale aggravata.

Rodrigo De Franco poco dopo la violenza sessuale

Rodrigo De Franco poco dopo la violenza sessuale

E’ fissato per domani ad Imperia l’interrogatorio di convalida dell’arresto di Rodrigo De Franco, il 36enne di Taggia che, lunedì mattina intorno alle 7 ha aggredito, malmenato e violentato la 23enne di nazionalità britannica imbarcata a Portosole. L’uomo, che non ha un proprio avvocato, verrà assistito da un legale d’ufficio.

Il video con cui è stato 'incastrato' Rodrigo De Franco:

Scontata la convalida dell’arresto, De Franco è in carcere da martedì sera, dopo l’arresto ed il primo interrogatorio negli uffici della Compagnia dei Carabinieri di Sanremo. All’uomo sono stati contestati diversi reati, tra cui evasione, lesioni, sequestro di persona, rapina, violenza sessuale aggravata.

Intanto la 23enne è tornata a casa, in Inghilterra, insieme ai genitori che si sono precipitati subito a Sanremo nella giornata di lunedì scorso, dopo essere stati avvertiti dei fatti. La giovane ha infatti deciso di essere portata a casa per essere curata e poter ovviamente stare con i familiari.

L'arresto è arrivato a poche ore di distanza dal crimine, un fermo avvenuto grazie ad una operazione interforze che ha permesso di far scattare le manette ai polsi del presunto responsabile della violenza ai danni di una 23enne di nazionalità britannica imbarcata a Portosole di Sanremo. Il 36enne, che era sulla ciclabile alle 7 di lunedì mattina, avrebbe finto un malore. La 23enne si è fermata per chiedere se avesse bisogno di aiuto e, a quel punto l’uomo avrebbe estratto una pistola minacciandola. L’avrebbe poi portata in un luogo appartato, dove si è consumata la violenza.

Carlo Alessi

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore