/ Attualità

Che tempo fa

Cerca nel web

Attualità | giovedì 18 ottobre 2018, 08:44

Combattere lo smog: soddisfazione di Coldiretti “Bene la conferma bonus verde al 36%”

La misura prevede attualmente una detrazione ai fini Irpef nella misura del 36% delle spese sostenute per la sistemazione a verde di aree scoperte private e condominiali di edifici esistenti, di unità immobiliari, pertinenze o recinzioni (giardini, terrazze), per la realizzazione di impianti di irrigazione, pozzi, coperture a verde e giardini pensili.

Combattere lo smog: soddisfazione di Coldiretti “Bene la conferma bonus verde al 36%”

Misure restrittive per controllare il traffico e la speranza nelle grandi piogge sono dei palliativi ma, contro gli alti livelli di smog nelle città, servono soluzioni a lungo termine: bene quindi la conferma del bonus verde nella manovra di bilancio proposta dal Governo per favorire, con le detrazioni fiscali, la diffusione di parchi e giardini in città capaci di catturare le polveri e di ridurre lo smog. 

La misura prevede attualmente una detrazione ai fini Irpef nella misura del 36% delle spese sostenute per la sistemazione a verde di aree scoperte private e condominiali di edifici esistenti, di unità immobiliari, pertinenze o recinzioni (giardini, terrazze), per la realizzazione di impianti di irrigazione, pozzi, coperture a verde e giardini pensili. Riducendo le spese complessive può incentivare il verde nelle città, sempre più circondato da una urbanizzazione soffocante: le piante concorrono a combattere le polveri sottili e gli inquinanti gassosi, dal momento che un albero adulto è capace di catturare dall'aria dai 100 ai 250 grammi di polveri sottili e quindi si può stimare che, in un anno, con un ettaro di alberi, si eliminano circa 20 chili di smog. Inoltre una pianta adulta traspira fino a 450 litri di acqua al giorno e questo, insieme all’ombra creata, favorisce l’abbassamento della temperatura dell’area circostante. 

“Anche le città liguri – affermano il Presidente di Coldiretti Liguria Gianluca Boeri e il Delegato Confederale Bruno Rivarossa - in testa alle quali troviamo Genova, non dispongono di molte aree dedicate al verde pubblico, con carenza di quei piccoli polmoni cittadini che garantiscono un mantenimento delle polveri sottili sotto i livelli critici. Il verde urbano non deve essere visto solo come una scelta estetica per abbellire un quartiere, ma come una scelta strategica per migliorare la qualità della vita, pensando al benessere e alla salute di tutti. La manovra approvata è, quindi, uno strumento utile a ridurre l’impatto degli inquinanti nelle città e offre un importante sostegno al settore florovivaistico ligure, settore cardine dell’economia regionale, costantemente in crescita”.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore