/ Politica

Che tempo fa

Cerca nel web

Politica | domenica 04 novembre 2018, 10:26

Imperia: sopralluogo del M5S sui luoghi colpiti dal maltempo, Salvatore "Verranno accolte le richieste di calamità" (Foto e Video)

"Qui ad Imperia è gravissima la situazione del molo, che lascia scoperta la città da un eventuale nuova mareggiata. Confido che tutte le Istituzioni lavoreranno unite per far fronte all’emergenza”.

Imperia: sopralluogo del M5S sui luoghi colpiti dal maltempo, Salvatore "Verranno accolte le richieste di calamità" (Foto e Video)

Sopralluogo del MoVimento Cinque Stelle, questa mattina ad Imperia, per vedere da vicino i danni provocati dalla forte mareggiata che ha colpito anche il capoluogo di provincia, nei giorni scorsi.

Il Consigliere regionale, Alice Salvatore, insieme agli onorevoli Marco Rizzone e Leda Volpi, hanno verificato di persona i danni provocati dalla forza del mare, a Imperia, insieme ad Andrea Melis e alla capogruppo del capoluogo, Maria Nella Ponte.

Il Consigliere regionale, Alice Salvatore, ha rassicurato sull’intervento da parte del Governo ‘giallo-verde’: “Da parte del Premier c’è già un impegno – ha detto - e, sicuramente, verranno accolte le richieste di stato di calamità per le regioni colpite. Questo è il secondo giorno di sopralluoghi in regione, per verificare la situazione e parlare direttamente con le persone, agendo come consiglieri regionali, perché serviranno alcune operazioni di ricostruzione e prevenzione. Qui ad Imperia è gravissima la situazione del molo, che lascia scoperta la città da un eventuale nuova mareggiata. Confido che tutte le Istituzioni lavoreranno unite per far fronte all’emergenza”.

Le ha fatto eco l’Onorevole Marco Rizzone: “Abbiamo sentito Borrelli della Protezione Civile e la situazione è apocalittica in tutta Italia. Sicuramente il Governo stanzierà dei fondi per l’emergenza immediata, con un prossimo Consiglio dei Ministri che per gli indennizzi alle imprese. Senza dimenticare il ripristino della normalità nelle vie di comunicazioni e nelle parti demaniali. Non possiamo permetterci che le attività balneari, la nautica e la pesca ne risentano. Dobbiamo dare una mano ai cittadini, in questo difficile momento”.

Il MoVimento 5 Stelle sta dedicando il fine settimana alla conta dei danni con un tour regionale che è partito ieri da Marinella di Sarzana, toccando poi: Rapallo, Santa Margherita, Portofino, Nervi e Boccadasse. Oggi il ‘tour’ vede, dopo Imperia: Voltri, Spotorno-Noli, Varazze, Cogoleto e Arenzano.

"Fortunatamente, il cedimento del molo di Imperia-Oneglia non ha avuto le stesse conseguenze viste a Rapallo - afferma Salvatore -. Ora però, venendo a mancare la barriera, in caso di nuova mareggiata, porto e imbarcazioni non sarebbero protetti. Grazie ai pescatori locali che ci hanno accompagnato nell'area del cedimento strutturale del molo, abbiamo potuto costatare che a spezzarsi è stata la parte nuova. Venne costruita con evidenti errori di progettazione e realizzazione - spiega la capogruppo regionale -. Nello specifico, gli scogli e i cosiddetti tetrapodi non sono stati fissati; inoltre la parte nuova del molo è stata realizzata in cemento ed è stata dotata di ripascimenti di terra: quest'ultima ci pare un'evidente assurdità, visto che può essere facilmente erosa dall'azione delle onde. Invece, la parte vecchia del molo, realizzata con mattoncini di pietra e scogli ben posizionati, ha retto perfettamente. All'origine del disastro che ha colpito il porto imperiese ci sono dunque, a nostro avviso, delle gravi responsabilità su cui ora intendiamo indagare. Saranno chiamati a rispondere tanto i singoli quanto le istituzioni, tra cui lo stesso Comune che ne approvò progetto e realizzazione".

"È vero: c'è stato un evento meteo di eccezionale portata, però i danni potevano essere contenuti se non addirittura evitati se fossero state prese a suo tempo misure adeguate - concludono i consiglieri del Gruppo 5 Stelle - Il progetto come è stato poi eseguito non ha garantito la giusta protezione tanto per le imbarcazioni quanto per i ricoveri dei pescatori che si affacciano sul molo, con conseguente perdita di strumentazione e reti".

Lorenzo Bonsignorio

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore