/ Cronaca

Che tempo fa

Cerca nel web

Cronaca | mercoledì 14 novembre 2018, 08:39

Badalucco: inagibile l'abitazione quasi completamente distrutta dal fuoco questa notte, il rogo dal surriscaldamento della canna fumaria (Foto)

All'interno della casa c'erano 5 persone che, dopo aver spento a mezzanotte la stufa a pellet sono andate a dormire. Alle 3.30 è partito l'incendio e, per fortuna, gli occupanti si sono messi in salvo.

Badalucco: inagibile l'abitazione quasi completamente distrutta dal fuoco questa notte, il rogo dal surriscaldamento della canna fumaria (Foto)

Avevano spento al stufa a pellet a mezzanotte ed erano andate a dormire le 5 persone che fanno parte del nucleo familiare che abitava la casa di campagna in una zona isolata di regione Regianco, al confine tra i territori comunali di Badalucco e Taggia, vicina al noto locale ‘Le Macine del Confluente.

Verso le 3.30, molto probabilmente a causa del surriscaldamento della canna fumaria della stufa, è divampato l’incendio. Fortunatamente la famiglia si è accorta dell’accaduto ed ha dato l’allarme, fuggendo dall’abitazione. Le fiamme hanno velocemente avvolto la casa e, nonostante il pronto intervento dei Vigili del Fuoco, l’hanno quasi totalmente distrutta. L'esterno è ancora integro ma, purtroppo, le fiamme che hanno attaccato l'interno hanno anche distrutto il tetto.

Il lavoro dei pompieri è andato avanti fino a questa mattina intorno alle 7, quando il rogo è stato spento totalmente. Purtroppo i danni sono ingentissimi e la casa è ovviamente inagibile. Per fortuna, nonostante la tragedia di un’abitazione andata persa, non si devono contare né vittime né feriti. Rimane solo da capire il motivo del surriscaldamento della canna fumaria, che potrebbe risalire ad una cattiva manutenzione.

Sul posto, questa notte oltre ai Vigili del Fuoco di Sanremo, sono intervenuti anche i Carabinieri della Stazione di Taggia ed i Forestali.

Stefano Michero

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore