/ Attualità

Che tempo fa

Cerca nel web

Attualità | sabato 12 gennaio 2019, 12:09

Dakar: Gerini chiude 19esimo e agguanta la prima posizione nella classe Marathon "Buona speciale, molto dura tecnicamente"

Oggi il giorno di riposo da domenica al via la seconda parte del percorso

Dakar: Gerini chiude 19esimo e agguanta la prima posizione nella classe Marathon "Buona speciale, molto dura tecnicamente"

Con l'arrivo a Moquegua, si conclude la temutissima tappa Marathon di questa 41 edizione della Dakar.

Sono stati 351 chilometri molto duri con un livello di pericolosità molto elevato a prescindere la distanza percorsa. Caratteristica dal sapore epico, sono stati gli ultimi 40 chilometri, caratterizzate da dune talmente alte e ripide da far impallidire le migliori montagne russe. Spettacolari infatti i dietro front che i piloti delle moto hanno dovuto fare nell’intento di scalarle.

Bruttissima giornata per Jacopo Cerutti, costretto al ritiro per una caduta, che ha danneggiato irrimediabilmente la sua Husqvarna 450 Rally ma fortunatamente senza conseguenze per lui. Buona la prestazione di Maurizio Gerini, che, riuscito a superare l’empasse fisico dovuto all’indigestione, conduce una splendida speciale che non solo gli consente di risalire la classifica generale, ora è 19° ma di agguantare la testa della classifica dedicata alle Moto di produzione, parliamo della Marathon, con un vantaggio sul pilota Spagnolo Marc Sola di 46 minuti.

Domani giornata di riposo prima di affrontare la seconda parte di questa Dakar che riporterà la carovana a Lima dove si concluderà questa Dakar.

Questo il commento del pilota: "Credo di aver fatto una buona speciale, che sotto il profilo tecnico è stata molto dura. Tantissima polvere a dune altissime che mi hanno messo in difficoltà. Senza prendere troppi rischi, ho cercato di tenere alto il ritmo in vista anche della giornata di riposo di domani che mi consentirà di superare il malessere che mi attanaglia da giorni. Sono rammaricato per il mio compagno di squadra Jacopo Cerutti, vittima di un incidente. Un vero peccato".

c.s.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore