/ Politica

Che tempo fa

Cerca nel web

Politica | 11 marzo 2019, 16:33

Consiglio generale della Cisl Imperia e Savona, Bosio "Il reddito di cittadinanza non crea occupazione, si investa sul completamento delle infrastrutture" (Foto e Video)

"Il mercato del lavoro cambia velocemente anche in questa provincia. Dobbiamo cercare di cogliere i cambiamenti, realizzare le nuove opportunità per contenere la fuga dei giovani"

Consiglio generale della Cisl Imperia e Savona, Bosio "Il reddito di cittadinanza non crea occupazione, si investa sul completamento delle infrastrutture" (Foto e Video)

Consiglio generale monotematico della Cisl questa mattina a Imperia sul futuro del lavoro in provincia e non solo. Un'occasione di confronto a cui hanno preso parte i vertici del sindacato tra ui il segretario generale di Cisl Liguria Luca Maestripieri, la segretaria confederale di Cisl Imperia e Savona Antonietta Pistocco e il segretario generale Cisl Imperia e Savona Claudio Bosio.



“In questo consiglio si parla di come si costruisce la Cisl del futuro, - ha spiegato Bosio a Imperia News - di come la Cisl è radicata sul territorio con oltre 41 mila iscritti e cerca di interpretare i cambiamenti del mercato del lavoro e della società, e attraverso i suoi iscritti, i suoi delegati e il suo gruppo dirigente, essere più vicina alle persone, alle fasce deboli e agli immigrati”.

Bosio interviene anche sul reddito di cittadinanza le cui richieste sono partite alcuni giorni fa. “A oggi le domande non sono state molte, anche perché il reddito di cittadinanza è un sostegno economico, ma non è la creazione di nuovi posti di lavoro. Il mercato del lavoro cambia velocemente anche in questa provincia. Dobbiamo cercare di cogliere i cambiamenti, realizzare le nuove opportunità per contenere la fuga dei giovani che vanno in altre province e altre regioni per studiare, poi non tornano più perché non hanno opportunità”.



La ricetta della Cisl per creare occupazione è quella di investire sulle infrastrutture. “Un diverso riutilizzo del territorio, delle aree dismesse e realizzazione di collegamenti con infrastrutture importanti che sono il raddoppio ferroviario, l'Aurelia bis e l'autostrada del mare”.

Francesco Li Noce

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium