/ Attualità

Che tempo fa

Cerca nel web

Attualità | 13 marzo 2019, 17:40

Imperia: porta a porta, 2930 segnalazioni a Teknoservice per problematiche. Gandolfo "Effettuati sopralluoghi nel 70% dei casi"

Doppia interrogazione della consigliera Ponte sul nuovo metodo di raccolta: segnalazioni e utenze non domestiche

Imperia: porta a porta, 2930 segnalazioni a Teknoservice per problematiche. Gandolfo "Effettuati sopralluoghi nel 70% dei casi"

"Il numero di segnalazioni è pari a 2930 di cui 445 tramite whatsapp. È stata data risposta a 90% delle segnalazioni. Con alcuni problemi di richieste doppie e di perdita di messaggi vista l’alta quantità – ha così risposto l'assessore Laura Gandolfo all'interrogazione in merito al servizio clienti Teknoservice redatta dal capogruppo grillino Maria Nella Ponte.

"Circa il 50% è relativo a informazioni di carattere generale, mentre l’altro 50% è per disservizi tra cui mancati ritiri – ha continuato l’assessore. Di tutte le segnalazioni a cui si è dato risposta fino a oggi in circa il 70% dei casi sono seguite dei sopralluoghi con, in seguito, la risoluzione del 90% delle problematiche segnalate. Dal febbraio 2018 al 2019, il totale mensile di rifiuti raccolti è sceso solo del 4%, per ciò non è possibile pensare che la differenziata al 62% sia dovuta alla mancanza di raccolta".

"1465 segnalazioni di disservizi con 10 mila utenti privati e 2580 utenze non domestiche – ha controrispoto Ponte. Capisco che per l’amministrazione il dato del 62%, che rappresenta un qualcosa di parziale, sia motivo di vanto ma ci sono oltre 63 tonnellate di rifiuti in meno rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso, motivo? La Teknoservice non ritira tutta l’immondizia, obbligando molti cittadini a tenerla in casa".

Seconda interrogazione sempre relativa alla raccolta 'porta a porta' questa volta in merito alle utenze non domestiche che non hanno ancora, a più di un mese dall'avvio, ricevuto i carrellati

"Al 12 marzo 2019 su un totale di 2580 utenze non domestiche a ben 550 utenti pari al 20%, non sono ancora stati consegnati da parte della Teknoservice srl i carrellati per la raccolta porta a porta - ha detto la capogruppo del Movimento. Dal 1 marzo 2019 non sono più presenti aree ecologiche presso le quali le attività possono conferire i rifiuti.
Vero è che alcune attività stagionali sono chiuse al momento ma questo dato non è riferito solamente a questa casistica di utenti, infatti sono numerose le aziende che lamentano questo disservizio e hanno segnalato più volte la necessità di avere i carrellati sollecitandone la consegna. Di fatto quindi per questi utenti si profila la sospensione di un servizio pubblico essenziale, fatto gravissimo. Chiedo pertanto di conoscere le motivazioni che hanno portato la Teknoservice a questo disservizio
".

A rispondere ancora l'assessore Gandolfo: "Le utenze sono 23mila e le segnalazioni spesso sono dalla stessa persona - ha precisato. Ci sono stati oggettivamente dei problemi con le utenze non domestiche e dunque con i carrellati. Le utenze stesse hanno chiesto durante la consegna carrellati da 240 e da 120 litri e non ne avevamo abbastanza perché erano state fatte diverse ipotesi di distribuzione, per questa ragione il ritardo. Per un mese si è fatto il doppio lavoro con anche i cassonetti stradali, ora che non ci sono più si sta provvedendo celermente a distribuirli. Il 65% delle attività che non hanno ancora i carrellati apre solo stagionalmente e gli verrà consegnato tutto entro Pasqua".

"Alle utenze non domestiche erano stati consegnati proprio per questa ragione dei questionari appositi che in molti casi non sono nemmeno stati ritirati - ha ribadito la capogruppo. Come poteva dunque sapere Teknoservice che carrellati servivano? Andando casualmente. L’amministrazione dovrebbe essere la prima a lamentarsi per questo disservizio".

 

Lorenzo Bonsignorio

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium