/ Politica

Politica | 10 aprile 2019, 18:47

Con il decreto crescita del Governo arrivano per i comuni della provincia di Imperia 3 milioni 700mila euro per l’efficientamento energetico

Con questo provvedimento il Movimento Cinque Stelle conferma la volontà di sostenere tutti i Comuni italiani al fine di abbattere le barriere architettoniche e conseguire importanti risparmi di spesa in termini energetici, con positive ripercussioni in termini di lavoro e di bilancio futuri

Con il decreto crescita del Governo arrivano per i comuni della provincia di Imperia 3 milioni 700mila euro per l’efficientamento energetico

Con il Decreto Crescita e grazie alla cosiddetta ‘norma Fraccaro’, che prende il nome dal Ministro per i rapporti con il Parlamento e la democrazia diretta che l’ha proposta, i 67 Comuni della Provincia di Imperia potranno disporre di fondi straordinari per un totale di 3 milioni e 700 mila euro.

Per i Comuni fino a 5.000 abitanti la cifra a disposizione sarà di 50mila euro, quelli nella fascia 5-10 mila potranno godere di 70 mila euro; i Comuni fra 10 e 20 mila abitanti avranno a disposizione 90 mila euro ciascuno, 130 mila euro per i Municipi tra 20 e 50 mila abitanti e 170 mila euro a quelli nella fascia 50-100 mila; la norma prevede inoltre 210 mila euro assegnati ai Comuni sopra i 100 mila abitanti, ma nessun comune della Provincia supera tale soglia dei 100mila abitanti.

Le amministrazioni beneficiarie dovranno destinare il contributo all’efficientamento energetico e all'installazione di impianti per la produzione di energia da fonti rinnovabili ma anche per la messa in sicurezza di scuole e altri edifici pubblici e progetti per la mobilità e lo sviluppo sostenibile.

Con questo provvedimento il Movimento Cinque Stelle conferma la volontà di sostenere tutti i Comuni italiani al fine di abbattere le barriere architettoniche e conseguire importanti risparmi di spesa in termini energetici, con positive ripercussioni in termini di lavoro e di bilancio futuri: “La misura varata dal Governo – dice l’On. Leda Volpi - infatti, segue l’intervento del Governo che all'inizio del 2019 aveva assegnato complessivi 400 milioni di euro a favore dei Comuni sotto i 20 mila abitanti per la messa in sicurezza di edifici pubblici, scuole, strade e patrimonio culturale”.

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium