/ Attualità

Che tempo fa

Cerca nel web

Attualità | 12 aprile 2019, 13:29

Il segretario generale CGIL Landini a Ventimiglia, Fellegara: "Parleremo delle povertà del nostro territorio, sconfiggerle per migliorare l'accoglienza" (Foto e video)

Appuntamento martedì 16 aprile dalle 15 alla sede Spes di Roverino

Il segretario generale CGIL Landini a Ventimiglia, Fellegara: "Parleremo delle povertà del nostro territorio, sconfiggerle per migliorare l'accoglienza" (Foto e video)

Maurizio Landini, segretario generale della Cgil, sarà martedì alla Spes di Ventimiglia per una giornata all'insegna dell'inclusione. A organizzarla la sezione del sindacato di Imperia con la partecipazione del segretario generale ligure Federico Vesigna.

L'incontro sarà aperto alla cittadinanza e alle Associazioni del Territorio che insieme alla Cgil hanno dato vita alla Scuola di Pace.

L'obiettivo è quello di poter proseguire il confronto sulle povertà e le difficoltà del Territorio e sui progetti per dare risposte collettive e concrete, che favoriscano l'accoglienza e l'inclusione sociale  come spiegato oggi dal segretario della Provincia di Imperia Fulvio Fellegara:

"Martedì 16 a partire dalle 15 alla Spes di Ventimiglia arriva il nostro segretario nazionale Maurizio Landini - ha spiegato Fellegara. È un segnale importante perché Landini è stato eletto da pochi mesi e una delle prime azioni che sta mettendo in campo è quella di conoscenza del territorio, venendo anche in una provincia di confine secondo me è un fatto rilevante che mostra attenzione verso ciò che succede nelle periferie.

Noi abbiamo pensato di organizzare un momento di incontro dove proveremo a parlare delle povertà del territorio. Sono tante e necessitano di risposte diverse, non c’è solo quella materiale ed economica, non c’è bisogno solo di politiche assistenziali ma servono interventi sociali, culturali di cui anche il nostro territorio soffre. Penso all'abbandono scolastico della nostra provincia, tra le ultime in Italia come numero di diplomati e questo genera una povertà di cultura, di formazione e quindi successivamente anche di lavoro.

Proveremo anche a fare un ragionamento originale - continua - su alcuni concetti come quello che rispondere alle povertà è uno strumento per favorire l'accoglienza sul territorio. Accoglienza dei soggetti deboli: disabili, anziani, migranti quest'ultimo a Ventimiglia tra i temi più accesi. È evidente che noi dobbiamo rifiutare l'idea che il tema dei migranti sia sempre e comunque connesso a problemi di sicurezza, crediamo invece che sia più opportuno connetterlo ai problemi di povertà. Sconfiggendo quest'ultima si diventa più accoglienti e si hanno più possibilità di fare integrazione.

Martedì lanceremo nuove proposte per il lavoro futuro come la Scuola di Pace, strumento che abbiamo creato da pochi giorni che è costituito da tanti uomini e donne di associazione che fanno accoglienza membri di Caritas, Spes, Arci, Auser con l'obiettivo di provare a creare strumenti permanenti sul territorio che insegnino agli operatori come migliorare l'accoglienza e che diano delle risposte concrete a chi ha bisogno.

Spiegheremo tutto questo a Landini - conclude - e poi ascolteremo con attenzione cosa ci dirà lanciando qualche proposta per l'immediato e per il futuro della nostra provincia".

 



L’iniziativa si inserisce nell’ambito del progetto  #streetunion, elaborato dalla CGIL Liguria di contrasto alle disuguaglianze sociali, per rimarcare la contrarietà al modello di inclusione determinato dal Decreto Salvini. Un modello che, secondo Cgil, squalifica la qualità dell’accoglienza e impoverisce le esperienze esistenti rendendo più difficile il percorso verso l’integrazione.

Lorenzo Bonsignorio

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium