/ Politica

Politica | 14 aprile 2019, 07:40

Elezioni Amministrative: nella nostra provincia 30 comuni al voto, tutto pronto per il rush finale della campagna elettorale

Elezioni Amministrative: nella nostra provincia 30 comuni al voto, tutto pronto per il rush finale della campagna elettorale

Liste pronte per tutti i candidati, programmi ormai sul tavolo o quasi, forse si attende solo che passi la Pasqua per entrare nel vivo della campagna elettorale a Sanremo, Ventimiglia ed Ospedaletti.

Sono infatti questi i tre centri dove verranno focalizzati i riflettori delle elezioni Amministrative di fine maggio, nell’ambito dell’Election Day con le Europee. Con i tre centri maggiori dove si voterà, nella nostra provincia sono previsti altri 27 comuni (Airole, Badalucco, Camporosso, Castellaro, Ceriana, Cervo, Cesio, Chiusanico, Diano San Pietro, Dolceacqua, Dolcedo, Isolabona, Mendatica, Molini di Triora, Montegrosso Pian Latte, Olivetta San Michele, Pigna, Pontedassio, Ranzo, Riva Ligure, San Bartolomeo al Mare, San Biagio della Cima, San Lorenzo al Mare, Soldano, Vallebona, Vasia e Vessalico).

A Sanremo la partita più ‘grossa’ se la giocano il Sindaco uscente, Alberto Biancheri, ed il candidato del centrodestra, Sergio Tommasini. I sondaggi, per quanto possano valere in questo momento, vedono i due molto vicini e c’è ovviamente attesa per il secondo sondaggio di Primocanale che verrà divulgato giovedì prossimo. Ad eccezione del candidato dei ‘5 Stelle’, Paola Arrigoni, che viene data tra il 10 ed il 14%, gli altri sono decisamente più indietro mentre si attende anche una possibile settima candidatura, proposta da Carlo Carpi e che dovrebbe essere Riccardo Casamassima, il carabiniere che fece riaprire il caso Cucchi. A Sanremo c’è già stata la presentazione di tutti i candidati ed ora c’è ovviamente attesa per conoscere i programmi, una vera e propria ‘base’ da cui dovrebbero sempre partire gli elettori, per capire a chi affidare il voto.

Anche a Ventimiglia sembrano due i candidati maggiori che dovrebbero giocarsi la poltrona di Sindaco. Dopo una lunga querelle, da alcune settimane Gaetano Scullino è ufficialmente il candidato del centrodestra, che si opporrà ad Enrico Ioculano, attuale primo cittadino e candidato del centrosinistra. Assente il Movimento 5 Stelle, al momento si contano altri due candidati sicuri, Riccardo Bosio e Giovanni Ballestra. Sembra che possa esserci una quinta candidatura con Antonino Falzone, anche se di lui non si ha traccia.

Ospedaletti, dopo che 5 anni fa si sono proposti in 7, finalmente si vedrà un giusto ridimensionamento e, quest’anno ce ne saranno tre. Uno è l’attuale Sindaco, Paolo Blancardi, con quello che dovrebbe essere l’antagonista principale in Daniele Cimiotti. Terzo incomodo Valentina Lugarà.

Nei Comuni in cui le elezioni si svolgono a turno unico (Comuni con popolazione inferiore a 15.000 abitanti) al candidato Sindaco è collegata una lista di candidati al Consiglio Comunale di numero non inferiore ai tre quarti e non superiore ai Consiglieri da eleggere. Ne consegue che:
- nei Comuni con popolazione fino a 3.000 abitanti, oltre al candidato Sindaco, la lista dovrà essere composta da un numero di candidati non inferiore a 7 e non superiore a 10;
- nei Comuni con popolazione da 3.001 a 10.000 abitanti, oltre al candidato Sindaco, la lista dovrà essere composta da un numero di candidati non inferiore a 9 e non superiore a 12;
- nei Comuni con popolazione da 10.001 a 15.000 abitanti, oltre al candidato Sindaco, la lista dovrà essere composta da un numero di candidati non inferiore a 12 e non superiore a 16.

Nei Comuni con popolazione superiore ai 15.000, e quindi a doppio turno, il numero dei candidati di ciascuna lista collegata ad un candidato Sindaco non può essere inferiore ai due terzi e superiore al totale dei Consiglieri da eleggere. Pertanto:
- nei Comuni con popolazione da 15.001 a 30.000 abitanti la lista, collegata al candidato Sindaco, dovrà essere composta da un numero di candidati non infe-riore a 11 e non superiore a 16;
- nei Comuni con popolazione da 30.001 a 100.000 abitanti, e che non siano capo-luoghi di Provincia, la lista, collegata al candidato Sindaco, dovrà essere com-posta da un numero di candidati non inferiore a 16 e non superiore a 24.

Carlo Alessi

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium