/ Economia

Economia | 20 aprile 2019, 13:00

Scegliere le giuste carte geografiche per la scuola

Per imparare in modo facile e veloce la geografia, ci sono le carte geografiche, indispensabili in ogni scuola.

Scegliere le giuste carte geografiche per la scuola

Le carte geografiche per la scuola

Carte geografiche fisiche

Per la scuola sono necessari molti accessori e strumenti di scrittura, di correzione, come quaderni, penne, matite, block notes, correttori, evidenziatori, e anche strumenti come righello, goniometro, album da disegno, pennarelli, colori a tempera, acquerelli, scotch, forbici, cartoncino e così via.

Oltre a materiale da utilizzare alla scrivania o sul banco, ci sono anche quegli elementi indispensabili in classe, come le carte geografiche per la scuola, per fare conoscere un paese nell'aspetto geografico e politico agli studenti.

Queste sono carte geografiche fisiche o politiche, realizzate in scala, di un territorio, paese o nazione, o anche del mondo intero, da appendere alla parete, in modo che tutti gli alunni possano vederle bene dal loro posto.

Si può trovare ad esempio la carta geografica dell'Italia, dal punto di vista sia fisico come amministrativo.

Nella cartina fisica sono indicati i monti, i mari, le pianure, i fiumi e tutti quegli elementi che caratterizzano la geografia del territorio, in quella amministrativa invece sono evidenziati i confini di regione e province, le strade e le autostrade del paese.

Si tratta di cartine geografiche da appendere al muro, con delle astine di sostegno in legno o plastica. La carta è plastificata e realizzata antiriflesso, in modo che si possa consultare e vedere bene nel dettaglio anche quando c'è la luce accesa, senza problemi.

Le cartine geografiche possono avere misure 112 X 97 cm ed essere in scala 1:1.000.000, oppure 85x67 cm con  scala 1:1.470.000 ancora più piccola, e altre misure, a seconda se sono da parete o da banco.

Carte geografiche da banco

Infatti ci sono anche le carte geografiche per la scuola da banco, che ogni allievo può tenere sul proprio banco e guardarne le caratteristiche mentre l'insegnante le spiega ad alta voce per tutti.

Queste carte geografiche da banco sono in formato A4 o A3, quindi ridotto e adatto a venie appoggiato sul banco.

Quando non si utilizza si può riporre sotto il banco, oppure riportare a casa, o lasciare a scuola in un armadietto, dato che le sue dimensioni sono piccole e si può mettere via facilmente.

Le carte da banco sono molto utili per gli studenti, dato che anche a casa possono ripassare facilmente la lezione con queste cartine geografiche che si possono consultare anche sulla propria scrivania.

Cartina geografica del mondo da parete

Oltre alle carte nazionali vi è anche la carta geografica del mondo da parete, che rappresenta il planisfero, nell'aspetto fisico e politico, con evidenziati gli stati, le varie capitali, le città più importanti e le bandiere, su di un lato, e la parte fisica dall'altro, da appendere alla parete.

La cartina geografica del mondo da parete si trova anche nella versione di carta geografica storica, con la rappresentazione del mondo nell'antichità, o come cartina in stile antico, con colori beige e marrone, come venivano rappresentate un tempo le carte geografiche.

Questo tipo di carta geografica, come anche la carta geografica di ispirazione artistica, viene oggi anche utilizzata come elemento di design, da appendere in una sala d'attesa di uno studio professionale ad esempio, o anche nel proprio salotto di casa.

Carte geografiche tematiche

Tra le carte geografiche per la scuola ci sono anche carte geografiche tematiche, che si possono utilizzare anche in altri ambiti.

Una carta geografica tematica indica infatti uno o diversi aspetti particolari riguardanti un dato territorio, e utilizza simboli e colori per indicare questo fenomeno e la sue presenza sul territorio in questione.

Ad esempio una carta tematica può essere quella che indica la distribuzione di una determinata specie di piante o animali, come le aree di maggiore diffusione di un dato fenomeno, come i pollini, la presenza di zanzare, e così via.

Ancora le carte tematiche sono quelle di un piano regolatore di un comune, o le carte geologiche, e così via per ogni tipo di fenomeno da mostrare sulla carta.

ip

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium