/ Attualità

Attualità | 25 aprile 2019, 18:20

Imperia: nuove disposizioni su parcheggi e ZTL al Parasio, intervento della Federazione Italiana Ambiente e Bicicletta

L'aumento degli introiti legati ai parcheggi, può dare all'Amministrazione la possibilità di proporre ai cittadini delle alternative all’auto che, soprattutto in estate, è causa di congestione, in particolar modo nelle aree limitrofe alle spiagge.

Imperia: nuove disposizioni su parcheggi e ZTL al Parasio, intervento della Federazione Italiana Ambiente e Bicicletta

Secondo FIAB Imperia, associazione il cui scopo è diffondere la mobilità ciclistica e sostenibile anche in ambito urbano, la nuova direttiva che amplia le aree di sosta a pagamento dovrebbe essere l’occasione per incentivare a Imperia altri tipi di mobilità, non legati all'uso dell'auto.

"Infatti - evidenzia Fiab - l'aumento degli introiti legati ai parcheggi, può dare all'Amministrazione la possibilità di proporre ai cittadini delle alternative all’auto che, soprattutto in estate, è causa di congestione, in particolar modo nelle aree limitrofe alle spiagge. Il primo passo è sicuramente lo sviluppo di un buon trasporto pubblico, ma, come secondo passo, è fondamentale incentivare l’uso della bicicletta. Vari sono i modi per fare questo: può essere utile aumentare le rastrelliere per le bici in tutte le aree della città, in quelle più turistiche, ma anche in quelle che frequentano i cittadini tutti i giorni. Il Comune, la stazione, gli uffici pubblici, le scuole e i supermercati dovrebbero accogliere i cittadini che scelgono di essere ecologici, mettendo a disposizione aree dedicate alla sosta sicura delle biciclette. Altri Comuni liguri, come per esempio Ventimiglia, sempre per incoraggiare l’uso della bicicletta, con gli introiti derivanti dai parcheggi, finanziano un incentivo per l’acquisto di una bici a pedalata assistita".

"Investire sulla cultura della mobilità sostenibile - prosegue Fiab - e applicare politiche di riduzione del traffico, è pensare al futuro della nostra città, anche in previsione della realizzazione della Ciclovia Tirrenica, che porterà importanti flussi turistici nel nostro territorio. Ma significa anche allineare Imperia alla tendenza europea, dove aumentano le aree pedonali e a velocità ridotta (zone 30) e dove le città offrono sempre più servizi ai ciclisti (siano essi turisti o cittadini) realizzando un ambiente urbano più attraente e vivibile. In questo quadro, la revisione appena annunciata della ZTL del Parasio appare un’occasione persa: dopo anni di dibattito, l’area di maggior pregio storico e culturale di Imperia, non riesce a esprimere altre potenzialità se non diventare un posteggio. E’ inevitabile temere che 15 parcheggi causeranno un continuo andirivieni di auto alla ricerca di un posto, con conseguenti emissioni e rumore, ma i parcheggi da soli non porteranno sviluppo".

"Le bellezze storiche di Imperia - termina Fiab - meritano di essere valorizzate con un progetto che metta al centro le persone e non le auto. Siamo a disposizione per confrontarsi con l’Amministrazione su scelte per una mobilità sostenibile e 'amica della bici' nella nostra città".

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium