/ Attualità

Attualità | 21 maggio 2019, 09:00

Alassio: sabato 25 maggio omaggio a Libereso

Un incontro sensoriale per riscoprire le erbe spontanee e il valore di queste irriducibili piante. Ingresso libero con prenotazione (posti limitati)

Alassio: sabato 25 maggio omaggio a Libereso

Oggi ormai si sente parlare sempre più spesso di erbe selvatiche che possono addirittura essere mangiate e sta cominciando a cambiare il modo di guardare le svariate sfumature di verde, ebbene, questa è l’occasione per avvicinarsi ad esse e iniziare un viaggio per scoprirle e ritrovare gli usi domestici che la tradizione ci ha tramandato. La Fattoria dei colori di Alassio in via Rangè 62 per sabato 25 maggio a partire dalle ore 17.30 propone una interessante esperienza sensoriale con il riconoscimento delle erbe spontanee, la presentazione del “Diario di Libereso” e una interessante degustazione. 

Libereso Guglielmi, sarà la guida spirituale in questo viaggio. Alla sua prima visita alla fattoria dei colori, ha incoraggiato la nostra curiosità sulle diverse specie di “erbacce” presenti nel nostro giardino e da allora abbiamo iniziato a conoscerle, classificarle e riscoprirne usi e proprietà. Due anni fa abbiamo inaugurato una aiuola didattica, realizzata in suo omaggio, per permettere ai nostri ospiti di conoscere una parte della ricca biodiversità spontanea presente.

Il pomeriggio inizia con una passeggiata in campo, durante la quale saranno attivati tutti i sensi, per permettere di vivere un’esperienza all’aria aperta a contatto con la natura, con l’obiettivo di stimolare la curiosità e valorizzare le erbe spontanee, nei molteplici usi.

Sarà poi presentato il nuovo libro “Diario di Libereso” con la presenza del curatore Claudio Porchia, il giornalista, che lo ha accompagnato negli ultimi dieci anni della sua attività di divulgatore e sostenitore dell'utilizzo delle erbe spontanee.

Una vita straordinaria, quella del ‘giardiniere di Calvino’, raccontata in prima persona con penna leggera, libera e appassionata, e accompagnata dai taccuini dedicati agli studi sugli alberi, al mimetismo in natura e alla teoria degli innesti.

Il nuovo libro segue di qualche mese la pubblicazione dell’Erbario con lo stesso obiettivo di rendere disponibili al grande pubblico i suoi preziosi materiali: dagli appunti botanici ai disegni, dalle ricette alle poesie. In questo caso si tratta di racconti di episodi della sua vita affascinante che Libereso aveva preparato per una importante casa editrice che poi ne aveva abbandonato il progetto di pubblicazione, ripreso ora dalla famiglia in collaborazione con la casa editrice Pentagora diretta da Massimo Angelini.

Sarà possibile acquistare il libro di Libereso Guglielmi e “gli aromi della fattoria dei colori”,

oltre a visitare l’atelier delle erbe e l’atelier della casa.

Prima dei saluti, saranno riscoperte antiche ricette, grazie alla degustazione di alcune delle erbe spontanee del giardino.

L’evento è ad ingresso libero, con la prenotazione, via mail o whatapp, per consentire la miglior organizzazione.

I posti sono limitati.

Si svolgerà alla fattoria dei colori

in via Rangè 62 – all’ARA

potete organizzarvi con amici e salire con un numero limitato di auto

oppure prenotare la navetta dal parcheggio del vecchio ospedale alle ore 17

sono comunque disponibili alcuni posti auto anche in loco.

Siamo a circa 2 km dalla stazione ferroviaria, sulla strada verso la collina che porta a Moglio,

trovate le indicazioni sulla destra per la fattoria dei colori, dopo aver percorso parte di Via Adelasia.

 

 

Programma

h.17.30

Accoglienza e registrazione dei partecipanti

Passeggiata tra le erbe spontanee

Visita all’Atelier dedicato alla casa

 

h.18.30

Presentazione del libro “Diario di Libereso”

a cura di Claudio Porchia

 

h.19.30

Visita all’Atelier delle erbe

Degustazione

 

Consigliamo un abbigliamento comodo da escursione

Evento organizzato dal CCP Centro Culturale Paraxo

Info e prenotazioni:

Alessandra +39 347 5499044

lafattoriadeicolori@yahoo.it

 

Libereso Guglielmi (Bordighera, Im, 1925 - Sanremo, Im, 2016) Giardiniere, floricoltore, disegnatore; ha lavorato nella Stazione sperimentale di Foricoltura di Sanremo diretta da Mario Calvino, del quale curò i giardini e divenne amico di suo figlio Italo; capo giardiniere del giardino botanico Myddletown House e ricercatore presso l’Università di Londra. Viaggiatore e instancabile naturalista, ha scritto su riviste di botanica e giardinaggio. Nell’ultima fase della sua vita si è dedicato alla didattica e alla divulgazione. 

Claudio Porchia, giornalista, saggista, promotore di eventi culturali, cura le rubriche culturali e gastronomiche dei quotidiani del gruppo Morenews. È presidente dell’Associazione Ristoranti della Tavolozza.

 

Bibliografia completa di Libereso

a cura di Ippolito Pizzetti:

“Libereso, Il giardiniere di Calvino”, con prefazione di Nico Orengo, Muzzio Editore, 1993;

a cura di Claudio Porchia:

- “Oltre il giardino: le ricette di Libereso” ed. Socialmente Bologna, 2008

- “Mangiare il giardino: la lezione di Libereso” ed. Socialmente Bologna, 2009

- “Cucinare il giardino: le ricette di Libereso” ed. ZEM Vallecrosia, 2012

- “Ricette per ogni stagione” di Libereso ed. ZEM Vallecrosia, 2014

- “L’erbario di Libereso” ed. Pentagora, 2018

- “Il Diario di Libereso” ed. Pentagora, 2019

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium