/ Attualità

Che tempo fa

Cerca nel web

Attualità | 12 giugno 2019, 09:30

Imperia: assolti nei processi, amministratori comunali in attesa del risarcimento delle spese legali. Palazzo civico "Situazione sul tavolo dei dirigenti"

Il Comune non avrebbe ancora liquidato i rimborsi per le spese sostenute per processi che nel corso degli ultimi dieci anni circa, hanno visto indagati o imputati alcuni tra ex sindaci, assessori e dirigenti, risultati poi innocenti

Imperia: assolti nei processi, amministratori comunali in attesa del risarcimento delle spese legali. Palazzo civico "Situazione sul tavolo dei dirigenti"

C’è un caso risarcimenti delle spese legali a ex e attuali amministratori, sul tavolo del neo dirigente agli affari legali Manolo Crocetta e della segretaria comunale Rosa Puglia. Il Comune infatti non avrebbe ancora liquidato i rimborsi per le spese sostenute per processi che nel corso degli ultimi dieci anni circa, hanno visto indagati o imputati alcuni tra ex sindaci, assessori e dirigenti, risultati poi innocenti.

Tra questi, il più eclatante è il processo relativo al porto turistico, che tra gli imputati vedeva l’ex segretario generale Paolo Calzia e l’attuale dirigente all’urbanistica Ilvo Calzia. Entrambi sono stati assolti, per Paolo il tribunale di Torino ha deciso di comminare una sanzione amministrativa, poi annullata in appello, mentre nel caso di Ilvo, l’assoluzione è arrivata con formula piena, in primo e in secondo grado.

Il dirigente era stato sospeso durante l’indagine. Dopo il primo grado fu reintegrato in Comune dall’allora Sindaco Carlo Capacci, ma non all’urbanistica, bensì al patrimonio, un provvedimento che sapeva di demansionamento. Il reintegro vero e proprio al settore urbanistica è avvenuto solo dopo l’elezione di Claudio Scajola. Un altro caso riguarderebbe l'ex Sindaco Luigi Sappa, in attesa di un risarcimento per le spese legali sostenute durante l'indagine a suo carico sull'affidamento delle spiagge libere comunali. Sappa era stato prosciolto in fase preliminare.

Quando un amministratore pubblico viene indagato o processato per attività legate all’ente per cui lavora, le spese legali che sostiene vengono risarcite tramite una polizza assicurativa, ovviamente in caso di assoluzione da un processo o archiviazione da un’indagine. Questo però non sarebbe ancora accaduto per alcune delle persone coinvolte negli ultimi anni.

Il dirigente Crocetta e la segretaria comunale stanno studiando le carte, per valutare eventuali problematiche con le compagnie assicurative. In caso negativo, si darebbe il via libera ai risarcimenti, altrimenti il rischio è il contenzioso. “La questione – fanno sapere da palazzo civico – è in fase di studio, niente è stato chiuso definitivamente”. Nelle prossime settimane sono attesi nuovi incontri per provare a trovare una soluzione.

Francesco Li Noce

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium