/ Cronaca

Che tempo fa

Cerca nel web

Cronaca | 14 giugno 2019, 14:00

Imperia: interrogati in carcere dal giudice Paolo Luppi gli arrestati dell'operazione 'Andalusia 2', Taverna risponde al Gip (Foto e video)

Masotina si è invece avvalso della facoltà di non rispondere

Imperia: interrogati in carcere dal giudice Paolo Luppi gli arrestati dell'operazione 'Andalusia 2', Taverna risponde al Gip (Foto e video)

Sono stati interrogati questa mattina in carcere Giacomo Masotina e Sergio Taverna accusati di aver investito soldi illeciti, derivanti da spaccio di stupefacenti, in attività regolari: il bar Garibaldi di piazza Dante, il gommista Punto Gomme e il bar '84 di Ceriale.

Entrambi sono stati sentiti dal giudice Paolo Luppi per l'interrogatorio di garanzia insieme ai rispettivi avvocati Luca Ritzu per Masotina e Loredana Modaffari per Taverna.

Il primo si è avvalso della facoltà di non rispondere, come confermato dal suo legale all'uscita dalla casa circondariale, mentre il secondo ha fornito alcuni chiarimenti.

"Il mio assistito si è avvalso semplicemente della facoltà di non rispondere – spiega Ritzu. Abbiamo chiesto copia della documentazione visto che ci sono delle indagini abbastanza corpose. Nei prossimi giorni, avendo ricevuto copia della documentazione, valuteremo se chiedere di essere sentiti per chiarire ovviamente la sua posizione".

Secondo l'indagine, denominata 'Andalusia 2', condotta dai Carabinieri di Imperia, insieme ai colleghi di Genova, i due arrestati sarebbero colpevoli di trasferimento fraudolento di valori. L'operazione, iniziata nel gennaio 2018, coinvolge anche altri due individui fermati con misure differenti dalla detenzione: Manuel Taverna (figlio di Sergio) e Omar Peruzzi.

Francesco Li Noce

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium