Cronaca - 19 luglio 2019, 14:26

Inchiesta sulla gestione migranti, gli arrestati fanno scena muta davanti ai giudici (foto e video)

Questa mattina nel carcere di Genova Pontedecimo si è tenuto l’interrogatorio di Emanuela De Mita, difesa dall’avvocato Simone Maina, stesso legale del compagno, Gianni Morra, interrogato al carcere di Imperia in presenza del Pubblico Ministero Francesca Buganè Pedretti e del giudice Paolo Luppi

Inchiesta sulla gestione migranti, gli arrestati fanno scena muta davanti ai giudici (foto e video)

Sono iniziati oggi i primi interrogatori di garanzia per l’inchiesta ‘Patroclo’ condotta dalla Procura di Imperia sulla gestione dei centri di accoglienza migranti a Sanremo, in zona Pian della Castagna, e a Vallecrosia.



Questa mattina nel carcere di Genova Pontedecimo si è tenuto l’interrogatorio di Emanuela De Mita, difesa dall’avvocato Simone Maina, stesso legale del compagno, Gianni Morra, interrogato al carcere di Imperia in presenza del Pubblico Ministero Francesca Buganè Pedretti e del giudice Paolo Luppi. Sia De Mita che Morra si sono avvalsi della facoltà di non rispondere, come ha confermato il suo avvocato all’uscita dal carcere.

Le difese hanno ricevuto solo questa mattina gli atti relativi all’inchiesta, ed è probabile che anche gli altri arrestati facciano scena muta davanti al giudice. Nel pomeriggio a Torino è in programma l’interrogatorio dell’avvocato Guido Tabasso, difeso dal legale torinese Luigi Giuliano. Chiude il quadro degli arrestati Antonella Morra, sorella di Gianni.

I reati contestati sono associazione a delinquere, turbata libertà del procedimento di scelta del contraente, frode nelle pubbliche forniture, truffa aggravata per il conseguimento di erogazioni pubbliche e auto riciclaggio.

I migranti, secondo il Gip,“venivano trattati come bestie, o peggio”. In particolare, da quanto è emerso nelle intercettazioni, veniva dato loro cibo avariato e frattaglie, e chi si ribellava subiva punizioni fisiche e umiliazioni.

Nell'indagine sono coinvolti anche due commercialisti di Torino e l'ex capo di gabinetto della Prefettura di Imperia Alessandra Lazzari.

Francesco Li Noce

Ti potrebbero interessare anche:

SU