Attualità - 12 agosto 2019, 07:11

Ferragosto in arrivo: nei pronto soccorso l'estate sta andando bene anche grazie agli 'Ambulatori di bassa criticità'

Due medici presenti dalle 8 alle 20 e 7 giorni su 7, grazie ai quali è stato più veloce valutare i codici verdi e bianchi, dando così una grossa mano al lavoro dei medici di famiglia o quello che poi sarebbe arrivato, la sera, alla guardia medica.

Ferragosto in arrivo: nei pronto soccorso l'estate sta andando bene anche grazie agli 'Ambulatori di bassa criticità'

E’ sicuramente l’estate meno problematica degli ultimi anni per i pronto soccorso della nostra provincia. I casi ‘limite’ con qualche protesta degli utenti ci sono stati e ci saranno ma, grazie all’istituzione degli ‘Ambulatori della bassa criticità’, la situazione nei punti di soccorso degli ospedali ponentini è ampiamente sotto controllo.

Questo non significa che gli accessi non siano importanti, anzi con l’estate sono aumentati decisamente ma, grazie ai due due medici presenti dalle 8 alle 20, 7 giorni su 7, e ben rodati dall’inizio dell’anno, è stato più veloce valutare i codici verdi e bianchi, dando così una grossa mano al lavoro dei medici di famiglia o quello che poi sarebbe arrivato, la sera, alla guardia medica.

L’insediamento dei due medici è stato voluto dall’Asl e dall’Assessorato alla sanità regionale e stata dando importanti frutti, con feedback positivi anche dagli utenti. Ed inoltre hanno un duplice effetto: velocizza il lavoro e fa crescere i medici che possono poi innamorarsi di questo tipo di attività ed essere in futuro già pronti per il pronto soccorso.

I medici, che sono attivi nei pronto soccorso di Bordighera, Sanremo ed Imperia, arrivano dalla guardia medica e lavorando con quelli più esperti, posso fare esperienza e, in un domani, possono accedere al corso di specializzazione del 118. Per Ferragosto non è previsto nessun rafforzamento ma, ovviamente, medici ed infermieri sono pronti per la probabile ‘invasione’ di turisti che potrebbero (ci auguriamo di no) portare più lavoro negli ospedali.

Carlo Alessi

Ti potrebbero interessare anche:

SU