/ Solidarietà

Solidarietà | 18 settembre 2019, 12:12

Imperia: Croce Bianca e Fidas insieme per una giornata di donazione del sangue

Dalle 7.30 del 28 settembre in viale della Rimembranza 18

Imperia: Croce Bianca e Fidas insieme per una giornata di donazione del sangue

Il giorno 28 settembre verrà istituita, presso la sede sociale della Croce Bianca di Imperia in viale della Rimembranza 18, una raccolta sangue in collaborazione con la Fidas di Imperia. L'iniziativa si svolgerà dalle ore 7.30 alle ore 11.30 ed è aperta a tutta la cittadinanza.

Requisiti fondamentali per la donazione sono l'età compresa tra 18 e 65 anni, un peso maggiore di 50 kg e un buono stato di salute. Si consiglia, alle persone  intenzionate a donare il sangue il 28 settembre, di bere molta acqua già dalla sera prima e la mattina della donazione si può fare una piccola colazione escludendo però i latticini.

Donare il sangue è semplice, verrà solo richiesta la compilazione di un questionario anamnestico che poi verrà visionato da uno dei medici della Fidas che valuterà l'idoneità o meno alla donazione.
La durata della donazione sarà circa di 10 minuti a cui seguirà una colazione offerta da noi.

A distanza di 15/20 giorni ai donatori sarà inviato via mail o posta ordinaria il referto degli esami del sangue che vengono fatti assieme alla donazione, inoltre la donazione da diritto ad un giorno di riposo retribuito dal lavoro e sarà infatti rilasciato un foglio da presentare al proprio datore di lavoro.

Roberto Trincheri spiega: "Come Presidente della P.A. Croce Bianca Imperia, ma soprattutto come donatore di sangue,  sono veramente felici di poter collaborare con un'associazione come la Fidas di Imperia, donare il sangue è un'altra bellissima forma di volontariato, oltre ad essere un aiuto fondamentale per le persone che hanno bisogno di sangue. Io invito infatti tutti i miei volontari e tutto il personale dipendente della Croce Bianca a partecipare all'iniziativa, anche perché di sangue c'è sempre bisogno. Ricordo inoltre che donare il sangue ha risvolti positivi anche per il donatore in quanto ogni donazione prevede l'esame del sangue e pertanto equivale ad un controllo accurato  ed inoltre studi medici hanno rilevato che donare il sangue , riduce il rischio di sviluppare diabete e patologie dell’apparato cardiovascolare, inoltre la quantità di sangue prelevata è davvero irrisoria 450 millilitri circa su un totale di 7 litri in circolo nel  nostro corpo".

c.s.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium