/ Attualità

Attualità | 23 settembre 2019, 07:11

I giovani amministratori dell'area EUSALP a Como per parlare di ambiente e fondi europei, c'era anche il Sindaco di Terzorio ed altri amministratori ponentini

Un tavolo di incontro prestigioso, europeo ma soprattutto riservato ai giovani. Ecco che cosa ci ha raccontato il sindaco Valerio Ferrari al termine della due giorni di confronto.

I giovani amministratori dell'area EUSALP a Como per parlare di ambiente e fondi europei, c'era anche il Sindaco di Terzorio ed altri amministratori ponentini

C'era anche un po' della provincia di Imperia alla “Convention of Young EUSALP Local Politicians”. Il sindaco di Terzorio Valerio Ferrari ha partecipato all'appuntamento insieme ad altri giovani amministratori, i consiglieri comunali: Dario Belmonte e Daniele Chirico di Chiusanico, Cristian Gastaldi e Irene Calzamiglia di Vasia, David Giordano di San Lorenzo al Mare.

Per due giorni, Como, ha ospitato alcuni dei più giovani amministratori locali della Macroregione Alpina, ufficialmente EUSALP, che comprende 48 tra regioni e province autonome intorno alla catena delle Alpi. Questo soggetto europeo nasce nel 2013 e interessa Austria, Francia, Germania, Slovenia e naturalmente Italia ma figurano anche due Paesi extra UE, Liechtenstein e Svizzera.

Per quanto riguarda lo stivale, oltre alla Liguria, ne fanno parte il Piemonte, la Lombardia, la Valle d'Aosta, il Veneto, il Friuli-Venezia Giulia e le province autonome di Bolzano e Trento. Insomma si è trattato di un tavolo di incontro prestigioso, europeo ma soprattutto riservato ai giovani. Quindi, non poteva mancare il 26enne, primo cittadino di Terzorio, piccolo borgo del ponente ligure con 236 anime. Ferrari detiene anche un altro piccolo record, è il più giovane primo cittadino della Liguria ed il quinto a livello nazionale.

Nella suggestiva location di Villa Saporiti gli amministratori italiani e stranieri hanno fatto un vero e proprio 'brainstorming' su alcuni temi di stretta attualità per delineare anche le linee future di azione, in vista della presidenza italiana dell'EUSALP e soprattutto dinnanzi al nuovo settennato della Commissione Europea e dei fondi che saranno a disposizione tra il 2021 ed il 2027. Economia verde e competitività sono il perno intorno a cui è ruotato il lavoro di interazione, aprendo il confronto su: tutela dell'ambiente, sviluppo di un'economia circolare, mobilità sostenibile, spopolamento dei territori rurali alpini ed i cambiamenti climatici.

“E' stata una bellissima esperienza - commenta Ferrari - ha permesso a tutti noi di crescere sia dal punto di vista personale che professionale e politico. Un'occasione importante anche per tutti gli amministratori locali che hanno partecipato con me.” 

L'orizzonte della presidenza italiana dell'EUSALP pone davanti numerose sfide, ad esempio: combinare lo sviluppo economico e la salvaguardia delle risorse naturali; ridurre il divario socioeconomico tra le aree rurali e urbane; valorizzare l'identità dell'area come luogo strategico in cui le persone possano incontrarsi e prosperare. L’Italia spingerà sullo sviluppo della competitività della macroregione nel suo insieme, attraverso la promozione della creazione di nuove opportunità di lavoro nei settori della “Green Economy” e delle tecnologie innovative, con una particolare attenzione all’imprenditoria giovanile. Per non lasciare cadere nel vuoto gli intenti immaginati durante la due giorni, è stato firmato un "memorandum d'intesa" congiunto su come rafforzare la partecipazione dei giovani politici a EUSALP.

Stefano Michero

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium