/ Politica

Politica | 04 ottobre 2019, 18:15

Imperia: privatizzazione dell'Isah, il Cda dell'Istituto va avanti, il Presidente Stefano Pugi "Le famiglie sono con noi"

Nonostante stop del Consiglio Regionale, Pugi non sembra arrendersi: “La legge dice che loro non possono stoppare nessuno, quindi andiamo avanti come sempre”

Imperia: privatizzazione dell'Isah, il Cda dell'Istituto va avanti, il Presidente Stefano Pugi "Le famiglie sono con noi"

I vertici Isah confermano la volontà di proseguire con l’iter della trasformazione dell’ente da pubblico a una fondazione privata. È stato deciso al termine di un cda con un solo ordine del giorno da trattare: la ratificazione di quanto già approvato con un verbale precedente. Tutto questo dopo che il consiglio regionale aveva dato uno stop all’iter, in attesa di chiarire il processo legato alle richieste di mobilità avanzate da tutti i dipendenti dell’ente.

Abbiamo deciso di andare avanti, non c’era nient’altro da approvare. – ha dichiarato a Imperia News il presidente Stefano Pugi, che ha aggiunto – Oggi abbiamo fatto una festa con sessanta famiglie, si parla di malcontento, ma se queste famiglie non credessero in noi non verrebbero a eventi come quello di oggi”.

Sulle richieste di mobilità avanzate dai dipendenti, Pugi chiarisce: “Chi ha potuto ottenere la mobilità l’ha ottenuta, ma ripeto che ci sono figure che non è possibile sostituire al momento. Ieri è stata concessa a un altro dipendente, è valida da ottobre, ma ho chiesto al Comune in cui dovrà andare a lavorare, di poterla ‘congelare’ fino a gennaio, proprio perché si tratta di una figura difficilmente sostituibile al momento”.

Nonostante stop del Consiglio Regionale, Pugi non sembra arrendersi: “La legge dice che loro non possono stoppare nessuno, quindi andiamo avanti come sempre”.

Francesco Li Noce

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium