/ Politica

Politica | 05 ottobre 2019, 19:28

Ventimiglia: corteo del progetto '20K', arriva il Sindaco Scullino "Manifestazione tranquilla, ma genera disagi" (foto e video)

Il primo cittadino si è presentato ai cancelli del parco, a poche decine di metri da dove si stava svolgendo il presidio dei manifestanti

Ventimiglia: corteo del progetto '20K', arriva il Sindaco Scullino "Manifestazione tranquilla, ma genera disagi" (foto e video)

Una manifestazione tranquilla, ma di sabato pomeriggio genera comunque disagi”. Questo in sintesi il pensiero del Sindaco di Ventimiglia Gaetano Scullino a proposito della manifestazione contro le frontiere organizzata dal progetto ‘20K’, che si è svolta questo pomeriggio con partenza da via Tenda ai giardini ‘Tommaso Reggio’.

Il primo cittadino si è presentato ai cancelli del parco, a poche decine di metri da dove si stava svolgendo il presidio dei manifestanti. 



Diciamo che è una manifestazione di sabato pomeriggio, abbiamo emesso delle ordinanze per tranquillizzare, per avere sicurezza. – ha spiegato Scullino - Certo una manifestazione al sabato di fatto dà disagio, dà certi problemi, perché è il giorno che i nostri commercianti aspettano tutta la settimana per poter portare avanti tutta la loro professionalità e il loro lavoro. Devo però dire che al momento sembra che le cose siano abbastanza tranquille. Io prendo atto che è una manifestazione legittima, concordata. La speranza è che si concluda nel migliore dei modi, senza incidenti e senza nessun caso di preoccupazione. Ventimiglia sta pagando un pagando un prezzo altissimo, essendo città di frontiera, con questa immigrazione. L’intento di oggi è quello di far sì che la Francia apra le frontiere, ma soprattutto che l’Europa capisca che non è un problema solo dell’Italia o di Ventimiglia, ma deve essere affrontato a livello europeo. Io queste persone che sono venute a Ventimiglia a manifestare al momento, devo dire che hanno fatto le cose in modo democratico, tranquillo. Mi auguro che si concluda anche nel migliore dei modi, e gli auguro di tornare a casa in tranquillità”.

Per quanto riguarda il campo Roja, la situazione dal punto di vista numerico è migliorata, come conferma Scullino.

E’ cambiato qualcosetta, ovviamente non sono i numeri di tanti anni fa, però obiettivamente il centro di accoglienza provvisoria è arrivato a un minimo storico di circa 80-90 ospiti. Adesso sono quadruplicati, però devo dire che noi ormai abbiamo l’abitudine e facciamo del nostro meglio per ospitare le persone che hanno bisogno, però devo dire che purtroppo i numeri stanno aumentando in questo ultimo mese e mezzo. Speriamo che il nuovo governo ne prenda atto e porti avanti il discorso, affinché queste persone attraversino le frontiere e si portino a collocare nel resto d’Europa. Ventimiglia non si può far carico di un problema così importante, è un problema europeo, speriamo che sia velocemente risolto”.

Foto di Tonino Bonomo.

Francesco Li Noce

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium