/ Attualità

Attualità | 07 ottobre 2019, 07:14

L'imperiese Simone Gandolfo produttore del film "Io sono Vera", ciak a Pietra, Borgio e Finale: "Coproduzione importante, valore per il territorio"

L'opera, patrocinata dalla Genova Liguria Film Commission, è prodotta dalla Macaia Film. Proprio il presidente di quest'ultima, Simone Gandolfo, ha parlato a Savona News del lungometraggio che verrà girato tra Pietra Ligure, Borgio Verezzi, Finale Ligure e Varigotti

L'imperiese Simone Gandolfo produttore del film "Io sono Vera", ciak a Pietra, Borgio e Finale: "Coproduzione importante, valore per il territorio"

Vera, nove anni, improvvisamente scompare senza lasciare alcuna traccia. Ricomparirà esattamente tre anni dopo, non ricordando nulla, ma soprattutto lo farà nei panni di una donna di circa trent'anni anziché in quelli, come dovrebbe essere di un'adolescente. È questa la trama di "Io sono Vera", film firmato dal noto regista Beniamino Catena, le cui riprese sono scattate lunedì scorso in provincia di Savona.

L'opera, patrocinata dalla Genova Liguria Film Commission, è prodotta dalla Macaia Film. Proprio il presidente di quest'ultima, Simone Gandolfo, ha parlato a Savona News del lungometraggio che verrà girato tra Pietra Ligure, Borgio Verezzi, Finale Ligure e Varigotti:

"Abbiamo iniziato le riprese lunedì 30 settembre - ha spiegato l'attore e regista conosciuto non solo in Italia ma anche oltre confine - come nasce l'idea di portare una produzione così importante da queste parti? La mia società, nonostante sia operativa a Roma, ha sede legale a Imperia. Io sono di Imperia, mentre il regista Beniamino Catena è marchigiano ma vive da vent'anni a Pietra Ligure e ha quindi scritto una storia ambientata proprio in questi posti. A differenza di come si fa di solito, quando si riproduce la Liguria a Roma, abbiamo invece deciso di girare qua. Siamo molto affezionati a questo territorio, ci tenevamo, e il territorio ha risposto alla grande. Di ciò ne siamo contenti". 

Nel cast del film nomi importanti del mondo del cinema, ma non solo: in "Io sono Vera" reciteranno anche diversi talenti a km zero quali Manuel Zicarelli, attore pietrese classe '87 che può vantare già un curriculum di tutto rispetto, e alcune giovani promesse provenienti dalla Compagnia teatrale del Barone Rampante di Borgio Verezzi guidata dalla professoressa Marcella Rembado. Parliamo di Caterina Bussa, (classe 2005) che ricoprirà il ruolo di Vera, la protagonista, da bambina, Sofia Calli e Kwitchoua Tiokou Maria Costanza. Un tris di giovani assi capaci di emergere tra i quasi trecento partecipanti al casting indetto a Pietra Ligure nelle giornate del 15 e 16 luglio.

"La Vera ragazzina sarà interpretata da Caterina, una ragazza di Borgio che fa il suo esordio assoluto - ha aggiunto ancora Gandolfo - poi c'è Manuel Zicarelli, anche lui della zona, e le nostre star Marta Gastini, Anita Caprioli, Davide Iacopini e Paolo Pierobon. Il film è una coproduzione con il Cile, dove andremo a girare a fine novembre, e proprio dal Cile provengono altri due profili importanti all'interno del nostro cast: Marcelo Alonso e Manuela Martelli".

"Per la Liguria questo film rappresenta un'occasione grandissima - il pensiero di Cristina Bolla, presidente della Genova Liguria Film Commission - c'è un collegamento Italia-Cile consolidato dalla presenza sul nostro territorio di una casa di distribuzione nazionale, con la quale è già stato fatto un discorso su quella che sarà la promozione del film una volta terminato. Dal nostro punto di vista abbiamo puntato proprio a spingere la produzione ad utilizzare sempre più le nostre location, il nostro lavoro è anche quello di valorizzare la Liguria e mi fa enorme piacere che uno dei film più importanti di quest'anno verrà girato nel savonese. Siamo riusciti a fornire, con l'aiuto dei Comuni coinvolti, tutto il supporto logistico necessario per poter realizzare il film al meglio. Ad esempio grandissima è stata la disponibilità dell'ospedale Santa Corona, che in questi giorni è stato teatro delle prime riprese e lo sarà nuovamente. Poi, c'è un grande senso del territorio e si sta lavorando molto bene per raggiungere l'obiettivo finale che è la promozione della nostra regione attraverso la presentazione del film ai più importanti festival. Una produzione contraddistinta da una grande professionalità, con professionisti di alto livello in tutti i campi: un gruppo di lavoro che rappresenta un'opportunità per tutto il nostro territorio, vista pure la presenza di persone locali all'interno della troupe e nel cast".

Venerdì scorso, a Pietra Ligure, a dare il benvenuto al team di "Io sono Vera" ci ha pensato il sindaco Luigi De Vincenzi

"Con un momento semplice e informale nel cuore della nostra città - si legge sulla pagina Facebook del primo cittadino pietrese - l'amministrazione comunale ha dato il suo benvenuto alla troupe e al cast di "Io sono Vera", al regista Beniamino Catena, noto a livello internazionale per i molti progetti tra i quali le famose fiction Squadra Antimafia e Rosy Abate, e ai co-produttori Simone Gandolfo per Macaia Film e Karina Yurj per la casa di produzione Atomica. Il film, che da qualche giorno si sta girando sul nostro territorio, da Santa Corona, alla passeggiata, al pontile, al Monte Grosso, è una grande opportunità di promozione a livello internazionale per la nostra cittadina. "Io sono Vera" è un'importante co-produzione italo-cilena che coinvolge personalità e professionalità di livello internazionale. Grazie a tutti colori che hanno contribuito a portare nel Ponente ligure questo evento, occasione importante e vetrina per tutto il nostro territorio, in primis alla 'Genova e Liguria Film Commission' presieduta da Cristina Bolla. Questa produzione non solo valorizzerà le bellezze e le realtà dei nostri luoghi, ma anche giovani talenti savonesi, scelti con un casting lo scorso luglio, tra i quali spicca la piccola attrice in erba di Borgio Verezzi che impersona 'Vera' da bambina. A tutti, benvenuti!".

Prevista per fine ottobre la conclusione delle riprese nel comprensorio locale. A seguire, il trasferimento a San Pedro de Atacama, in Cile: terra di Atomica, casa coproduttrice del film.

Roberto Vassallo

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium