/ Attualità

Attualità | 10 ottobre 2019, 07:11

Il Comune di Riva Ligure regala la Costituzione ai giovani che diventeranno maggiorenni nel 2019

Una tradizione che si ripete da 13 anni e che quest'anno coinvolgerà 20 giovani cittadini rivesi.

Da sinistra, Valeria Brignolo, Giorgio Giuffra e Domenico Abbo (presidente della Provincia di Imperia) durante il consiglio comunale solenne di Riva Ligure, il 22 settembre.

Da sinistra, Valeria Brignolo, Giorgio Giuffra e Domenico Abbo (presidente della Provincia di Imperia) durante il consiglio comunale solenne di Riva Ligure, il 22 settembre.

L'amministrazione comunale di Riva Ligure ha scelto di regalare una copia della Costituzione Italiana a tutti i giovani cittadini che nel 2019 diventeranno maggiorenni. Si tratta di una tradizione per questo borgo sul mare, considerando che questo gesto viene ripetuto da tredici anni. 

L'obiettivo è di invogliare i più giovani a diventare protagonisti attivi e coscienti della vita sociale e politica della comunità. La Costituzione contiene i valori sui quali si fonda la nostra Repubblica, che più che mai meritano di essere riscoperti e coltivati, in nome di un futuro migliore.

Sono 20 i nuovi cittadini maggiorenni di Riva Ligure, la generazione nata nel 2001, 8 maschi e 12 femmine che quest'anno riceveranno questo regalo. Tra di loro c'è anche Valeria Brignolo, la più giovane amministratrice della provincia di Imperia, consigliere comunale di maggioranza. Lei ha ricevuto la sua copia della Costituzione in occasione del Consiglio Comunale Straordinario e Solenne, pochi giorni fa. Gli altri rivesi che otterranno il prezioso dono sono Gaia Balestra, Elisa Bondavalli, Alessia Brea, Michael Cannarozzo, Thomas Caracciolo, Carola Ginevra Ciarcelluti, Maria Virginia D’Agostino, Andrea Francesco Lorenzo Deandreis, Said El Mimouni, Niky Cosmin Grecu, Nicolò Lanteri, Giada Marautti, Valeria Movileanu, Federica Patrizi, Maria-Carmen Sinca, Ilaria Urgnani, Alessandro Variachetti, Rubens Venturini, Teresa Vidal Perez. 

“Il nostro dono
- dichiara il Sindaco Giorgio Giuffra - consiste nella copia della Costituzione Italiana promulgata dal Presidente Provvisorio della Repubblica Italiana Enrico De Nicola, il 27 dicembre 1947. Conoscerla, rispettarla, amarla costituisce il dovere di ogni cittadino. E’ una delle cose migliori che abbiamo costruito nel corso della nostra storia, una grande amica che ci protegge dalle soggettività malate di chi pensa di potere improvvisare regole di convivenza prive di saggezza. La Costituzione incrementa la nostra umanità, ci libera dall’indifferenza, ci sollecita a coltivare la responsabilità, in definitiva a sentirci parte ci un gruppo umano".

Quello che viene definito come un 'battesimo civico', nelle intenzioni dell’Amministrazione, non vuole essere un’imposizione alla lettura, ma "...un invito alla riflessione, in particolare su quelle libertà che più direttamente riguardano la vita dei giovani, tutti i giorni, come il diritto allo studio, al lavoro, alla salute; quelle libertà di cui, forse senza rendersene conto, fanno più spesso uso, come la libertà di pensiero, di riunione, di movimento e di espressione".

La copia della Costituzione viene accompagnata da una lettera di auspici del sindaco. Nella missiva il primo cittadino ricorda: "Con la maggiore età si raggiunge il momento in cui si diventa cittadini a tutti gli effetti, consapevoli dei propri diritti e doveri, e come tali inclusi nella vita della Città e della Nazione. Diventare maggiorenni significa avere nuove soddisfazioni e responsabilità, ma anche il dovere di contribuire alla scelta di chi ti deve governare e diventare capace di agire e decidere delle proprie azioni".

Stefano Michero

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium