/ Eventi

Eventi | 12 ottobre 2019, 07:21

Imperia si prepara a correre con Davide Re, il campione reduce da un 2019 da sogno "Il sostegno della mia città mi rende felice" (Intervista)

Record italiano, Coppa Europa e occhi puntati su Tokyo 2020

Imperia si prepara a correre con Davide Re, il campione reduce da un 2019 da sogno "Il sostegno della mia città mi rende felice" (Intervista)

"Credo che Re non meritasse solo la consegna di un premio della città d'Imperia, ma anche un vero coinvolgimento di tutta la cittadinanza", l'assessore allo Sport del Comune di Imperia Simone Vassallo ha così definito l'evento, inserito tra quelli di 'Aspettando il Centenario', 'Corri con Davide Re!'. Un simbolico giro di pista con il campione imperiese reduce da una straordinaria stagione 2019.

La data è quella di mercoledì 23 ottobre alle ore 15 al campo di atletica Angelo Lagorio. Parteciperanno atleti del Coni, della Uisp, studenti e tutti coloro che avranno piacere a celebrare un vero e proprio simbolo cittadino.

"Sono ovviamente felicissimo che la città di Imperia voglia darmi questa possibilità e questo riconoscimento – spiega lo stesso Re a Imperianews. Essendo la mia città fa sicuramente sempre piacere ricevere affetto e sostegno. In questi mesi ho letto tanti commenti di imperiesi che, con sincerità, mi hanno reso felice. Il 23 ci saranno tantissimi bambini delle scuole – aggiunge – credo sia molto importante riavvicinare allo sport qualunque esso sia, sicuramente uno degli scopi principali dell'evento sarà questo".

Sarà però anche una festa per complimentarsi con Re che nel 2019 è stato in grado di stabilire il nuovo record italiano scendendo, per la prima volta nella storia del nostro Paese, sotto i 45 secondi sulla distanza dei 400 metri con un pazzesco 44.77.

Il record non è però stato l'unico acuto stagionale dell'imperiese. Ha infatti chiuso nono ai mondiali di Doha in 44.85 sfiorando la finale iridata e vincendo poi, primo italiano di sempre, la Coppa Europa. Come se non bastasse Re ha fatto la differenza anche in staffetta portando, con i suoi compagni, l'Italia al sesto posto mondiale nella 4x400.

Una stagione così positiva da risultare, per certi versi, inaspettata come ammesso proprio dall'atleta: "Onestamente non mi aspettavo di raggiungere tutti questi risultati. L'obiettivo a inizio stagione era quello di provare a correre sotto i 45 secondi ed essere il primo italiano a farlo. Non avevamo pensato a ciò che questo avrebbe comportato, nel senso che correre con costanza sotto o vicino ai 45, come ho fatto più volte io, porta ad avere risultati insperati all'inizio".

Tutto questo a un anno circa dalle Olimpiadi di Tokyo per le quali Re si candida a un ruolo da protagonista: "Questa stagione appena conclusa serve sia a me che alla mia allenatrice per darci ulteriore fiducia verso il prossimo anno. Cercheremo di prendere tutto il buono che abbiamo fatto per migliorarlo ancora. Non essere entrati nella finale mondiale di Doha per un soffio ci darà la carica per riuscirci l'anno prossimo".

Lorenzo Bonsignorio

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium