/ Cronaca

Cronaca | 17 ottobre 2019, 08:52

Imperia: diffamazione aggravata via Facebook, decreto penale di condanna per Lucia Scajola e Paolo Petrucci

L'accusa era diffamazione aggravata tramite il profilo Facebook fittizio "Sergio Gazzano", da cui durante la campagna elettorale per le comunali erano fuoriusciti post ritenuti offensivi nei confronti di un altro componente della famiglia Scajola, Marco, Assessore Regionale, che aveva in seguito ritirato la querela.

Lucia Scajola e Paolo Petrucci

Lucia Scajola e Paolo Petrucci

È arrivato il decreto penale di condanna, tramutato in sanzione pecuniaria, nei confronti di Lucia Scajola e Paolo Petrucci, rispettivamente figlia e nipote del Sindaco di Imperia Claudio Scajola.

L'accusa era diffamazione aggravata tramite il profilo Facebook fittizio "Sergio Gazzano", da cui durante la campagna elettorale per le comunali erano fuoriusciti post ritenuti offensivi nei confronti di un altro componente della famiglia Scajola, Marco, Assessore Regionale, che aveva in seguito ritirato la querela. I post erano però stati ritenuti diffamanti anche da Piera Poillucci e Antonello Ranise, entrambi candidati al fianco dell'avversario di Scajola Luca Lanteri. 

L'inchiesta era coordinata dal Procuratore Alberto Lari e condotta dalla Polizia Postale. L'avvocato dei due è Erminio Annoni.

Francesco Li Noce

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium