/ Cronaca

Cronaca | 20 ottobre 2019, 18:34

Imperia: l'ordinanza del sindaco smentisce il 'Ruffini', nonostante l'allerta 'arancio' le scuole saranno aperte

Nel pomeriggio l'istituto aveva diffuso sul proprio sito un messaggio annunciando la chiusura della scuola

Imperia: l'ordinanza del sindaco smentisce il 'Ruffini', nonostante l'allerta 'arancio' le scuole saranno aperte

Dopo le molte voci circolate in giornata, è arrivata nel tardo pomeriggio la comunicazione ufficiale del Comune di Imperia in merito allo stato di allerta 'arancio': le scuole del capoluogo domani saranno aperte.

L'ordinanza firmata dal sindaco Caludio Scajola smentisce, quindi, nettamente quanto affermato nel pomeriggio dall'istituto 'Ruffini' che, prima di qualsiasi comunicazione ufficiale, sul proprio sito aveva comunicato la chiusura per domani. Non sarà così: scuole aperte.

Ecco l'ordinanza diramata nel tardo pomeriggio dal Comune di Imperia:

Richiamato il messaggio dalla Regione Liguria – Servizio di Protezione Civile emesso alle ore 12.37 del 20 ottobre 2019 con il quale viene disposto sulla zona A, relativa ai bacini marittimi di Ponente, lo stato di allerta idraulica/ idrogeologica per piogge diffuse e temporali   dalle ore 13.00 del 20 ottobre 2019 alle 14:59 del 21 ottobre 2019;

Considerato che sono stati interpellati osservatori meteo locali al fine di approfondire le previsioni meteo aggiornate onde verificare la possibilità di adottare misure di minor disagio per la cittadinanza, le famiglie e gli operatori commerciali rispetto alla chiusura indiscriminata delle attività; 

Ritenuto pertanto, all'esito di detto approfondimento, utile predisporre misure di vigilanza attenta e costante attraverso il Corpo di Polizia Municipale e con l'ausilio degli ausiliari volontari di  Protezione Civile riservandosi di emettere successivi atti in seguito ad accertati situazioni di aggravamento riscontrate e riscontrabili in concreto; 

Ravvisata la necessità di stabilire specifiche misure di protezione civile;

Dispone

di incaricare il Corpo di Polizia Municipale, con l'ausilio dei volontari appartenenti al gruppo Comunale di Protezione Civile, affinché intensifichi il presidio e il monitoraggio del territorio di competenza con particolare riferimento ai corsi d'acqua, sottopassi, locali interrati e ogni altro punto critico evidenziati nel piano comunale di protezione civile;

di mantenere in funzione il COC (Centro Operativo Comunale) per tutta la durata del periodo emergenziale;

di riservarsi in caso di segnalazione di peggioramento della situazione meteorologica o recrudescenza dei fenomeni di adottare ulteriori misure a tutela della pubblica incolumità

Pietro Zampedroni

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium