/ Eventi

Eventi | 28 ottobre 2019, 11:13

Non solo calcio tra Genoa e Brescia: Confartigianato Liguria mette in mostra le eccellenze del territorio

“Un momento di degustazione di prodotti di eccellenza, ma anche un'occasione unica per promuovere le specialità agroalimentari regionali al pubblico selezionato dell'area Hospitality” commenta Felice Negri, presidente di Confartigianato Genova

Le immagini dell'iniziativa

Le immagini dell'iniziativa

Un incontro di calcio ma anche tra gusti regionali, quello che si è disputato sabato 26 ottobre al Luigi Ferraris di Genova. Mentre le squadre di Genoa e Brescia si affrontavano sul campo, l'area Hospitality dello stadio accoglieva eccellenze gastronomiche liguri e lombarde, nell'ambito della collaborazione tra Confartigianato Liguria e Genoa Cfc, a cui per l'occasione ha preso parte anche Confartigianato Brescia

Cinque le aziende della delegazione ospite, guidata dal presidente di Confartigianato Brescia e Lombardia Eugenio Massetti: il Liquorificio Alta Valle Camonica di Edolo, le Distillerie Peroni Maddalena di Gussago, il Caseificio Cissva di Capo di Ponte, il Caseificio Richiedei di Pezzaze e il Casoncello di Stefano e Letizia di Barbariga.

Per quello che riguarda i prodotti artigianali liguri, erano presenti la Stemarpast di Genova, con i suoi ravioli, i dessert del Caseificio Val d'Aveto di Rezzoaglio e i gelati di Giardini di Marzo di Genova, i vini della Baia del Sole della Spezia. Tra i partner anche Olio Anfosso e il Frantoio Sant'Agata di Oneglia, nonché le rose della Valle Scrivia e le Bontà del Belvedere di Altare con i suoi dolci. 

Un momento di degustazione di prodotti di eccellenza, ma anche un'occasione unica per promuovere le specialità  agroalimentari regionali al pubblico selezionato dell'area Hospitality – commenta Felice Negri, presidente di Confartigianato Genova – un vero e proprio gemellaggio agroalimentare tra territori che, anche nel corso di questo campionato, sempre in collaborazione con Genoa Cfc, proseguiamo con entusiasmo per creare nuove sinergie e incrementare la visibilità dei nostri artigiani dell'alimentare”.

La Liguria conta circa 3 mila realtà del settore agroalimentare, di cui la maggior parte pasticcerie, panifici e gelaterie (1.541). Circa un migliaio sono attive nei servizi di ristorazione da asporto, mentre la produzione di pasta conta 202 realtà. A questi numeri si aggiungono le 53 piccole imprese attive nella produzione di oli e grassi vegetali e animali, 42 le microimprese nel settore del tè, caffè, cacao, spezie, 33 realtà attive nella lavorazione e conservazione di frutta, ortaggi e pesce e 26 tra distillerie, birrifici e produzione di altre bevande. 17 le realtà attive nella lavorazione e conservazione di carne.

C.S.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium