/ Politica

Politica | 12 novembre 2019, 14:41

Diano Marina: mancata accensione dei termosifoni scolastici, la replica di Chiappori "Devono prendersela con i funzionari, io ho fatto la delibera in maniera seria"

La risposta del sindaco alle critiche ricevute

Diano Marina: mancata accensione dei termosifoni scolastici, la replica di Chiappori "Devono prendersela con i funzionari, io ho fatto la delibera in maniera seria"

"L'amministrazione ha fatto ciò che doveva fare, devono andare a prendersela con i funzionari", questa la replica del sindaco di Diano Marina Giacomo Chiappori alle pesanti critiche ricevute questa mattina dal gruppo 'Diano Riparte', e in particolare da Marco Perasso, in merito alla mancata accensione dei termosifoni nelle scuole cittadine.

Perasso con una nota stampa si era così espresso: "Con edifici che risalgono, nei casi più recenti, al 1958 i bambini non erano certo nelle condizioni ottimali per svolgere le lezioni. Anziché fare, per due volte, proclami di voler costruire il nuovo plesso scolastico lo si fosse davvero realizzato, magari in classe energetica 'A', si sarebbe davvero potuto far a meno di accendere  i termosifoni con grande beneficio sia per l'ambiente che per le casse comunali".

Contattato dal nostro giornale Chiappori ha spiegato replicando: "Devono andare a prendersela con i funzionari. Io venerdì mattina, prima di tutti gli altri comuni, ho fatto la delibera per l'accensione per cinque ore. L'amministrazione ha fatto quello che doveva fare in maniera seria, quindi prima di parlare bisognerebbe conoscere le cose".

Lorenzo Bonsignorio

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium