/ Cronaca

Cronaca | 14 novembre 2019, 13:04

Roma: rinviato al 21 gennaio per il difetto di notifica ad uno degli imputati il processo 'La Svolta' in Cassazione

In appello, lo ricordiamo, per le posizioni minori relative ad Omar Allavena e Vincenzo Marcianò, che dovevano rispondere di millantato credito nella vicenda, è stata esclusa l’aggravante mafiosa ed il reato è andato prescritto. Per quanto riguarda Roberto Pellegrino è stata esclusa l’aggravante dell’articolo 7 ed è stata ridotta la pena da 10 a 9 anni e 2 mesi.

Roma: rinviato al 21 gennaio per il difetto di notifica ad uno degli imputati il processo 'La Svolta' in Cassazione

Doveva tornare oggi, ma è stato rinviato per il difetto di notifica ad uno degli imputati, il processo in Cassazione per "La Svolta", che ha visto oltre 30 imputati, tra cui l’ex sindaco di Ventimiglia, Gaetano Scullino, e il suo city manager, Marco Prestileo, entrambi assolti dal reato di concorso esterno in associazione mafiosa, torna in Cassazione il procedimento che va avanti da diversi anni.

In appello, lo ricordiamo, per le posizioni minori relative ad Omar Allavena e Vincenzo Marcianò, che dovevano rispondere di millantato credito nella vicenda, è stata esclusa l’aggravante mafiosa ed il reato è andato prescritto. Per quanto riguarda Roberto Pellegrino è stata esclusa l’aggravante dell’articolo 7 ed è stata ridotta la pena da 10 a 9 anni e 2 mesi. Per gli altri vennero confermate le sentenze di primo grado, ovvero: per Giovanni Pellegrino (difeso dagli avvocati Marco Bosio e Luca Ritzu) 10 anni di reclusione, Antonino Barilaro e Giuseppe Cosentino a 7 anni. Quest’ultimo era difeso dall'avvocato Marco Noto.

Sono stati condannati tutti a 6 anni di reclusione Francesco e Fortunato Barillaro (la richiesta del tribunale fu di 8 anni), Benito Pepè (richiesta 10 anni e 8 mesi) e Michele Ciricosta (anche per lui la richiesta fu di 8 anni). La Corte d'Appello ha inoltre condannato Onofrio Garcea a 7 anni e 9 mesi, a 4 anni e 8 mesi Rocco Bruzzaniti, 3 anni e un mese per Raffaele Battista, 4 anni e 8 mesi per Antonino Multari e Lorenzo Nucera. Assolto Antonio Romeo.

Il processo in Cassazione tornerà il 21 gennaio.

Carlo Alessi

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium