/ Cronaca

Cronaca | 06 dicembre 2019, 07:11

Precipitazioni sulla nostra provincia: nonostante i danni quest'anno ha piovuto meno del 2018, tutti i dati

Un raffronto che ci consegna per il 2019 molti millimetri in meno dell'anno scorso e, ad eccezione della Valle Arroscia (che fu profondamente colpita) anche del 2016 quando si registrarono molte perturbazioni a novembre.

Precipitazioni sulla nostra provincia: nonostante i danni quest'anno ha piovuto meno del 2018, tutti i dati

E’ impossibile fare un raffronto preciso tra 2018 e 2019 in chiave precipitazioni ma, al termine di un novembre particolarmente piovoso ed analizzando le differenze tra lo scorso anno e quello che sta terminando, scopriamo i motivi delle molte frane e degli smottamenti che hanno colpito la nostra provincia.

Le differenze sono nette, soprattutto in alcune zone. Partendo dalla costa, dove Sanremo ha fatto segnare circa 200 millimetri di pioggia in un più in un mese così come Imperia e Ventimiglia. Nell’entroterra è andata ancora peggio. Prendiamo Rocchetta Nervina, località isolata da 10 giorni per la frana sulla Sp 68: l’anno scorso sono scesi 174 mm di pioggia e quest’anno 420. A Pieve di Teco (vicino a Cenova di Rezzo) ne sono scesi 462 contro i 219 dell’anno scorso.

Quest’anno a novembre il picco di precipitazioni è stato registrato a Carpasio con 560 mm, seguito da Ceriana con 554. Curiosamente anche l’anno scorso aveva ‘vinto’ Carpasio, ma con 304 mm. Vediamo, nel dettaglio, tutte le precipitazioni di novembre di quest’anno: Sanremo 388, Pontedassio 404, Rocchetta Nervina 420, Col di Nava 437, Ranzo 490, Pornassio 447, Bajardo 517, Dolceacqua 395, Imperia 345, Montalto 524, Pieve di Teco 462, Ventimiglia 352, Triora 455, Pigna 424, Ceriana 554, Poggio Fearza 296, Apricale 391, Borgomaro 453, Dolcedo 453, Diano Castello 381, Seborga 482, Cipressa 394, Castelvittorio 497, Carpasio 560, Verdeggia 447, Airole 445.

Queste, invece, quelle dello scorso anno, sempre a novembre: Sanremo 180, Pontedassio 216, Rocchetta Nervina 174, Col di Nava 240, Ranzo 219, Pornassio 240, Bajardo 234, Dolceacqua 179 Imperia 124, Montalto 250, Pieve di Teco 219, Ventimiglia 140, Triora 224, Pigna 232, Ceriana 218, Poggio Fearza 217, Apricale 192, Borgomaro 243, Dolcedo 248, Diano Castello 175, Seborga 209, Cipressa 216, Castelvittorio 212, Carpasio 304, Verdeggia 222, Airole 194.

E, facendo un raffronto con il 2016, quando si verificò un fenomeno particolarmente elevato verso la fine di novembre, non troviamo precipitazioni elevate su tutta la provincia, ma solo nelle zone colpite allora dalla perturbazione. Nel novembre 2016, infatti, la zona più colpita fu quella dell’alta Valle Arroscia, con protagonista purtroppo ancora Rezzo (in frazione Lavina). In quel mese Pieve di Teco segnò ben 721 mm con Pornassio a 714. Altre località chiusero il mese con precipitazioni importanti (Carpasio 549, Verdeggia 580 e Montalto 459) ma il resto della provincia fu in linea con gli altri anni ma, comunque, con piogge che alla fine sono state la metà di quest’anno. A conferma dell’eccezionalità dell’ultimo mese di novembre.

Nelle differenze ‘annuali’ tra 2018 e 2019 (anche se ovviamente nell’anno in corso mancano ancora 25 giorni di fine dicembre) scopriamo che quest’anno ha piovuto meno con differenze minime che differiscono leggermente tra costa ed entroterra. Ovviamente i danni che si registrano non sono direttamente proporzionali alla caduta di pioggia distribuita in un anno ma devono sempre essere riferiti a quella che scende in un periodo più ristretto.

Queste le quantità di pioggia scese del 2018: Sanremo 978, Pontedassio 1126, Rocchetta Nervina 1268, Col di Nava 1664, Ranzo 1635, Pornassio 1636, Bajardo 1630, Dolceacqua 1152, Imperia 783, Montalto 1457, Pieve di Teco 1579, Ventimiglia 909, Triora 1615, Pigna 1675, Ceriana 1481, Poggio Fearza 1540, Apricale 1428, Borgomaro 1377, Dolcedo 1233, Diano Castello 976, Seborga 1240, Cipressa 990, Castelvittorio 1376, Carpasio 1689, Verdeggia 1748, Ariole 1333.

E quelle di quest’anno: Sanremo 885, Pontedassio 970, Rocchetta Nervina 1312, Col di Nava 1266, Ranzo 1365, Pornassio 1340, Bajardo 1507, Dolceacqua 1045, Imperia 738, Montalto 1369, Pieve di Teco 1412, Ventimiglia 812, Triora 1707, Pigna 1540, Ceriana 1293, Poggio Fearza 1270, Apricale 1357, Borgomaro 1119, Dolcedo 1032, Diano Castello 916, Seborga 1150, Cipressa 864, Castelvittorio 1492, Carpasio 1616, Verdeggia 1359, Ariole 1281.

Per terminare una curiosità sulle temperature che, quest’anno sono state meno fredde, almeno per ora, rispetto al 2018. Quest’anno la minima di Poggio Fearza ha raggiunto i -9,4, toccando i 4,5 di minima a Sanremo e con valori negativi in molte località della nostra provincia. Nel 2018 Poggio Fearza raggiunse i -16,5, ma con minime di 10 gradi sotto zero anche in altre località montane. Basti pensare che Sanremo fece registrare una notte -0,3, Imperia e Ventimiglia -1,2.

Carlo Alessi

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium