/ Eventi

Eventi | 27 gennaio 2020, 12:07

San Lorenzo al Mare: mercoledì la proiezione del docufilm “Se io fossi acqua”

“Il film, - continua Martella - racconta la storia dell’alluvione del 25 ottobre 2011 in Val di Vara attraverso la ricerca dell’essenza umana di una comunità di una piccola valle dell’Appennino ligure che, dopo un dramma collettivo, ha reagito solidale, riaffermando la propria coscienza di luogo”.

Mercoledì doppia proiezione per il documentario “Se io fossi acqua”. Il primo appuntamento sarà riservato agli studenti al mattino, presso il cinema Centrale, di Imperia. Alla sera, invece, la proiezione sarà pubblica, presso la Sala Teatro Samuel Beckett di San Lorenzo al Mare, alle ore 21. 

Si tratta di un'iniziativa organizzata dallo staff del progetto Risq’Eau, per sensibilizzare e informare la popolazione sull’importante tema delle misure di autoprotezione durante fenomeni alluvionali. "Questo progetto transfrontaliero INTERREG ALCOTRA 2014-2020 - racconta Laura Gandolfo assessore all’ambiente e responsabile del CEA capofila della comunicazione per il progetto - mira ad accrescere la resilienza di quei territori che, dinanzi a eventi meteo avversi sempre più frequenti e violenti, caratterizzati da piogge molto intense con una forte variabilità spaziale, hanno provocato repentini fenomeni inondativi con gravi danni a persone e cose, sia nel passato che in tempi più recenti”.

“Per sensibilizzare studenti e cittadini - prosegue il sindaco di San Lorenzo al Mare Paolo Tornatore - abbiamo deciso di fare due proiezioni del docu-film “Se io fossi acqua.  Tutta la cittadinanza è quindi invitata a partecipazione alla proiezione gratuita del 29 gennaio, alle ore 21, presso la Sala Teatro Samuel Beckett, nel comune di San Lorenzo al Mare".

Il documentario dal 2013 ha iniziato il suo “Viaggio in Italia”, nelle sale, piazze e scuole, arrivando ad oltre 50 proiezioni. Importanti Festival e manifestazioni hanno mostrato interesse per questa produzione della Caravanserraglio Film Factory, fondata dagli autori Massimo Bondielli, Marco Matera e Gino Martella. “Se io fossi acqua” è stato in concorso ai David di Donatello, Cinemambiente Torino, Ischia Film Festival, Clorofilla Film Festival, Sardinia Film Festival, Expo 2015 Milano.

“Il documentario - racconta uno degli autori del film, Gino Martella, responsabile della casa di produzione Caravanserraglio Film Factory - è una storia di cibo e comunità nell’Italia delle alluvioni e del dissesto idrogeologico. E’ il racconto dell’Italia che ce la fa! E' una storia vera che diventa metafora dell'andare oltre un evento drammatico, oltre una crisi, attraverso la creazione di un fronte comune e la riscoperta di energie nuove che nascono dall’umanità dei luoghi”.

 “Il film, - continua Martella - racconta la storia dell’alluvione del 25 ottobre 2011 in Val di Vara attraverso la ricerca dell’essenza umana di una comunità di una piccola valle dell’Appennino ligure che, dopo un dramma collettivo, ha reagito solidale, riaffermando la propria coscienza di luogo”.

“Un ringraziamento - conclude un altro autore Massimo Bondielli - va alla comunità pignonese e della Val di Vara, ai produttori locali, all’Associazione Antica Via Superiore, al Comune di Pignone, all’amica Silvia Iraghi, architetto designer, che ha realizzato la nuova copertina del documentario e a Dario Vergassola (protagonista del documentario)”.

 

C.S.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium