/ Cronaca

Cronaca | 07 febbraio 2020, 15:15

Imperia, tenta di pagare una pizza con 20 euro falsi: giovane condannato a 6 mesi di carcere

La sentenza è stata emessa dieci anni dopo dal fatto avvenuto in un locale di Bordighera. L'episodio fu denunciato dal ristoratore

Imperia, tenta di pagare una pizza con 20 euro falsi: giovane condannato a 6 mesi di carcere

Paga una pizza con 20 euro false: dopo 10 anni dall’episodio viene condannato a 6 mesi di carcere e 200 euro di multa. Lo ha stabilito oggi il giudice monocratico di Imperia, Alice Serra. Alla sbarra c’era L.M, 33enne, riconosciuto responsabile del reato di “spendita e introduzione nello Stato di monete falsificate”. Il giovane, difeso dall’avvocato Patrizia Rava, è stato invece assolto dal reato di truffa.

Il fatto è avvenuto nel 2010 ossia quando l’imputato di anni ne aveva 23 ed è stato commesso a Bordighera. L.M si era recato, insieme ad un amico, in una pizzeria di Bordighera. Al momento di pagare il conto, 20 euro per la pizza e la bibita che aveva consumato, ha tentato di saldarlo con delle banconote false. Il proprietario dell’esercizio commerciale, però lo ha denunciato e il giovane è finito sotto processo. Un processo, conclusosi in primo grado, dopo dieci anni dalla commissione del reato che però, nonostante la grande parentesi temporale oggi ha registrato la condanna dell’imputato.

Condanna che ha tenuto conto anche della “recidiva” poiché il ragazzo in passato ha tentato altre di pagare con banconote false. Oggi per lui il conto è abbastanza “salato” molto più dei 20 euro che era tenuto a dare al ristoratore.

 


Angela Panzera

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium