/ Attualità

Attualità | 11 febbraio 2020, 11:41

Sanremo: il Prefetto di Imperia "Il dispositivo delle forze dell'ordine per il Festival ha funzionato" (Foto e video)

Il prefetto di Imperia Intini ha tracciato il bilancio sul fronte della prevenzione di reati e di episodi durante la kermesse: "Impiegati oltre 4.000 uomini e monitorati persino i social". In tutto sono stati oltre 250mila i transiti dai varchi.

Sanremo: il Prefetto di Imperia "Il dispositivo delle forze dell'ordine per il Festival ha funzionato" (Foto e video)

“Il dispositivo di sicurezza ha funzionato in tutto”: sono parole di grande soddisfazione quelle del prefetto di Imperia, Alberto Intini, che ha illustrato stamani in conferenza stampa i risultati ottenuti, sul fronte della prevenzione, durante le giornate del 70esimo festival di Sanremo.

Un monitoraggio continuo non solo dell’area 'rossa', ma dell’intero circondario da parte delle forze dell’ordine che è andato gli oltre i cinque giorni della kermesse considerato che i dispositivi di sicurezza sono iniziati molto prima del 4 febbraio. all’incontro con i giornalisti hanno partecipato anche il questore imperiese Cesare Capocasa e i comandanti provinciali dell’Arma dei Carabinieri e della Guardia di Finanza,Andrea Mommo e Alfonso Ghiraldini, ossia tutte le tre forze di polizia impegnate costantemente nei presidi di sicurezza.

“Nei 5 giorni del festival- ha aggiunto il Prefetto- in tutto sono stati impiegati 4.000 uomini mentre 800 erano gli operatori al giorno di questi 400 erano appartenenti alla Polizia, Carabinieri e Guardia di Finanza, mentre la restante parte riguardava il personale della Capitaneria di Porto, della polizia municipale, dei vigili del fuoco e della sicurezza privata”.

Un numero imponente di uomini che comprendeva diverse specializzazioni. 14 erano le squadre impiegate ogni giorni e di queste 140 uomini facevano parte del reparto mobile della Polizia, del pronto impiego delle fiamme gialle e altri 140 appartenevano ai comandi territoriali e al provinciale dei Carabinieri di Imperia. Ogni giorno si alternavano poi sei artificieri e poliziotti della scientifica insieme a 12 equipaggi della polizia postale.

“Abbiamo monitorato anche i social e la rete - ha aggiunto Intini - ed ogni settore è stato analizzato dagli specialisti per scongiurare qualsiasi episodio di disordine che infatti non si è verificato”. Elicotteri e droni, insieme agli equipaggi del Sio dell’Arma e dell’Uopi dell’anticrimine erano poi specializzati per eventuali attacchi terroristici. Impiegate anche le squadre marittime, i cinofili e il controllo continuo su strada, mare e gli spazi arei.

“Niente è stato lasciato al caso - ha dichiarato il questore Capocasa - tutto si è svolto in maniera tranquilla e serena come ad esempio le manifestazioni autorizzate. Altre non autorizzate non si sono verificate”. Durante il 70° festival della canzone italiana si sono verificati solo due furti, tutti sganciati dalla manifestazione e nello specifico uno si è registrato in un’abitazione del centro mentre l’altro riguarda un bagaglio sottratto all’interno di un taxi. Due gli arresti invece eseguiti dai Carabinieri. Si tratta di due coniugi di nazionalità algerina trovati in possesso di droga. Anche questo episodio è accaduto in un contesto non collegato al festival.

“I dispositivi di sicurezza erano tarati secondo i protocolli stabiliti durante i vari comitati per l’ordine e la sicurezza pubblica - ha concluso il Prefetto - tutto è proceduto con tranquillità e siamo per tanto soddisfatti”. Sempre sul fronte dei dati la Questura ha registrato il passaggio dal varco del Palafiori di ben 80mila persone al giorno mentre i passaggi salgono a 50mila se si contano tutti gli altri varchi. In tutto sono stati oltre 250mila i transiti dai varchi dall’area Sanremo.

Angela Panzera

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium