/ Cronaca

Cronaca | 13 febbraio 2020, 13:57

Minacce su Facebook e aggressioni a una coetanea a Bordighera e Vallecrosia: due ragazze a processo

"Ti faccio una cicatrice", avrebbe scritto in una conversazione una delle due imputate. Almeno due le aggressioni, in discoteca e su un pullman

Minacce su Facebook e aggressioni a una coetanea a Bordighera e Vallecrosia: due ragazze a processo

Avrebbero minacciato una coetanea su Facebook, arrivando in due occasioni ad aggredirla, in discoteca e su un autobus. Sono per questo imputate due ragazze di origini colombiane per cui il pubblico ministero Tiziana Berlinguer ha chiesto la condanna, rispettivamente a 7 mesi per minacce a aggressione, e 6 mesi e 15 giorni per le sole minacce.

I fatti sarebbero avvenuti tra Bordighera e Vallecrosia nel 2014. Una classica lite tra giovani, probabilmente complice la gelosia per un ragazzo. La vittima è una italiana, residente in provincia di Imperia, all’epoca dei fatti minorenne, che avrebbe ricevuto minacce anche gravi. “Ti faccio una cicatrice”, avrebbe scritto una delle due imputate in una conversazione su Facebook.

Per gli avvocati delle due colombiane, Cristian Giordano e Luca Brazit, non ci sarebbero le prove che i profili su Facebook siano da ricondurre alle due. Al giudice Francesca Minieri il compito di stabilire se siano responsabili di minacce e, una delle due, anche delle aggressioni. La sentenza è fissata per il prossimo 20 febbraio.

Francesco Li Noce

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium