/ Attualità

Attualità | 14 febbraio 2020, 15:00

Imperia: vasche per l'allevamento ittico alla Galeazza, Lucio Carli si dice “a disposizione per analizzare in modo serio il progetto”

Continua il dibattito, fuori e dentro dai social, sull'impianto e soprattutto sugli eventuali rischi ad esso connessi. L'imprenditore, in un post sui social, sottolinea che occorre approfondire “tutti i risvolti”

Imperia: vasche per l'allevamento ittico alla Galeazza, Lucio Carli si dice “a disposizione per analizzare in modo serio il progetto”

“Sono a disposizione per dare il mio contributo ad analizzare in modo serio il progetto in tutti i suoi risvolti”. È il noto imprenditore imperiese Lucio Carli a offrire il proprio contributo in merito alla vicenda dell’istallazione di otto vasche per la itticoltura al largo della Galeazza. Un argomento che in queste ultime ore sta registrando un vero e proprio dibattito dentro e fuori dai social. Ed è proprio sulla sua bacheca Facebook che Carli esterna il proprio pensiero e le proprie domande. “Chi sono i tecnici esperti consulenti del comune di Imperia”, si chiede l’imprenditore che fa anche proprio un pensiero altrui in riferimento al progetto. “ È come mettere un pollaio in piazza delle Signorie sa Firenze!!, tuona Carli il quale continua ad esternare la propria idea.

“Tutti stiamo parlando del fatto che prima dell'estate saranno installate alcune vasche per itticoltura al largo del tratto Galeazza-Galeazzone nel mare di Imperia. Amici- è scritto sulla propria pagina Facebook- che vivono in zone dove si pratica questa forma di allevamento mi dicono si possano creare problemi. Vista la vocazione turistica che giustamente vogliamo dare alla nostra Imperia mi farebbe piacere che fossero state analizzate con competenza tutti i risvolti che questa scelta potrà avere sotto i tanti aspetti economici, turistici, paesaggistici e soprattutto mediatici. Faccio oggi questa considerazione solo per il bene di tutti e per non dire poi tutti come Jannacci se me lo dicevi prima”.

L’imprenditore quindi apertamente afferma di essere a disposizione per dare un suo contributo e nel frattempo riporta l’estratto di un articolo in cui si evidenziano gli eventuali aspetti nocivi di un simile progetto in particolare in riferimento alla produzione di reflui inquinanti e sui trattamenti sanitari praticati negli allevamenti intensivi. Chissà quindi se l'amministrazione Scajola possa avvalersi del suo contributo. È di ieri la comunicazione, da parte del primo cittadino imperiese il quale, attraverso una nota stampa ha assicurato che “si farà promotore, già nei prossimi giorni, di un incontro aperto a tutti i soggetti coinvolti nell'espressione dei pareri, utile a una valutazione complessiva sul tema e alle conseguenti decisioni". Qualora il Comune voglia coinvolgere anche esponenti del mondo dell’imprenditoria di certo può contare su Carli. E sempre ieri invece, era stata la sorella, l’attrice Livia Carli, a proporre la nascita di un comitato chiamando a raccolta gli imperiesi.“Voglio formare un comitato di cittadini per salvare la Galeazza– ha scritto su Facebook . Per favore chi si vuole unire mi scriva”.


Angela Panzera

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium