/ Cronaca

Cronaca | 15 febbraio 2020, 10:05

Sanremo: detenuto si masturba davanti a tutti, poi si scaglia contro gli agenti che lo richiamano

Il fatto è accaduto ieri sera nella sala 'socialità' del carcere di Valle Armea. Pagani (UilPa): "E' ormai un vero e proprio bollettino di guerra!"

Sanremo: detenuto si masturba davanti a tutti, poi si scaglia contro gli agenti che lo richiamano

Tre agenti della Polizia Penitenziaria del carcere di Sanremo sono stati aggrediti, ieri sera verso le 20, da un detenuto di origini africane, che era stato condannato per reati di violenza sessuale e rapina, ristretto nel reparto ‘sex offenders’ della struttura di Valle Armea.

L’aggressore si stata masturbando all'interno della sala socialità del reparto e, richiamato dalla Polizia Penitenziaria, si è scagliato contro con estrema violenza contro gli agenti. Nel tentativo di riportare l'ordine e la disciplina, i tre sono rimasti feriti e, trasportati al pronto soccorso dell’ospedale, hanno avuto una prognosi di 5 giorni per lividi e contusioni.

“Sia ben chiaro – evidenzia Fabio Pagani della UilPa Penitenziari -che i nostri penitenziari sono sempre più terra di nessuno. Praterie di conquista dei violenti e dei boss che impongono regole e codici. D'altro canto è ben chiara l'impotenza degli agenti penitenziari chiamati a sorvegliare, da soli, centinaia di detenuti. Agenti che non possono contare su alcuna arma o mezzo di difesa e debbono, quindi, affidarsi ai soli mezzi di cui possono disporre: buon senso, tolleranza, arguzia, intelligenza, professionalità. Ma i 208 poliziotti penitenziari aggrediti e feriti dai detenuti nello scorso anno, certificano che, a volte, non bastano nemmeno tali doti”.

“Vogliamo solo auspicare – termina Pagani - che non sia necessaria una immane tragedia perché il pendolo emotivo, che regola l'attenzione verso il carcere, faccia accendere i riflettori sulle degradate, incivili, illegali condizioni della detenzione e sulle infamanti condizioni di lavoro. Ora non possiamo far altro che prestare vicinanza, pronta guarigione e solidarietà ai tre agenti penitenziari feriti a Sanremo”.

Carlo Alessi

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium