/ Politica

Politica | 17 febbraio 2020, 14:02

Imperia: due ore di incontro tra Forza Italia ed il Sindaco Scajola, Mulè "Siamo qui per andare incontro al civismo" (Video)

“Siamo venuti a riannodare i fili ma prima vengono i programmi e le idee. Quando c’è la condivisione, successivamente c’è una fase operativa che, nel nome di questo, trova uno sbocco su liste e programmi comuni".

Imperia: due ore di incontro tra Forza Italia ed il Sindaco Scajola, Mulè "Siamo qui per andare incontro al civismo" (Video)

Due ore di incontro, questa mattina in Comune ad Imperia, tra il Sindaco Claudio Scajola con l’Onorevole Giorgio Mulè e con gli esponenti di Forza Italia Roberto e Carlo Bagnasco e con Roberto Cassinelli.

I quattro sono arrivati poco prima delle 11 e, poco dopo, si sono incontrati con l’ex Ministro. Da tempo si parla della possibilità di un appoggio dell’attuale Sindaco di Imperia, Claudio Scajola, a Forza Italia. Partito praticamente da lui fondato insieme a Silvio Berlusconi che lo aveva fatto nascere come movimento, all’inizio degli anni ’90.

“Noi siamo venuti a vedere, come noi speriamo, la Liguria può essere un laboratorio politico nel quale questa nuova formula di Forza Italia, può per la prima volta trovare una coniugazione diversa. Abbiamo parlato del territorio – ha detto l’On. Giorgio Mulè e delle sue prospettive, nell’ambito della stessa direzione in cui andiamo, nel comune sentire delle esperienze amministrative, pregresse ed attuali. La buona amministrazione dei comuni che non sono espressione diretta dei partiti, ci dice che la direzione in questa fase storico è di andare incontro al civismo, come abbiamo fatto con Bagnasco e Cassinelli. Una prospettiva c’è già perché i problemi li conosciamo e le soluzioni le abbiamo, ma bisogna metterla in pratica. Bisogna avere l’umiltà di ascoltarli e non dimentichiamo che i problemi del ponente ligure sembrano più vicini alla Francia che all’Italia”.

Forza Italia come recupererà i numeri nel nostro territorio? Scajola può darvi una mano: “Siamo venuti a riannodare i fili ma prima vengono i programmi e le idee. Quando c’è la condivisione, successivamente c’è una fase operativa che, nel nome di questo, trova uno sbocco su liste e programmi comuni. Con Scajola c’è un ruolo istituzionale da quando Scajola è diventato Sindaco, ma c’è un legame personale che con ognuno di noi non si è mai staccato. C’è stato qualche dissidio politico, ma poi si matura e si capiscono le cose per andare in una direzione che, mai come ad Imperia, ci deve vedere uniti”.

Ci sarà la possibilità anche per far tornare il sereno nella famiglia Scajola con questo eventuale ritorno in Forza Italia?: “Tra moglie e marito non mettere il dito e le vicende familiari rimangono tali. Abbiamo l’ambizione di guardare oltre ed il Presidente Berlusconi ripete da tempo la necessità che Forza Italia vada verso la direzione dei movimenti civici. Da Imperia e dal ponente in generale, c’è un terreno rigoglioso su cui costruire quel concerto di ‘altra Italia’. Noi abbiamo l’ambizione di guardare oltre senza gli schemi perché, o hai la capacità di intercettare idee e valori condivisi, oppure fai il gioco di movimenti populisti che sul malcontento e odio sociale, fondano il loro successo a respiro breve. Noi ci ancoriamo a quei valori di Claudio Scajola che ha fondato una lista autonoma per dissidi che ci sono stati”.

La condanna a Reggio Calabria non è un limite quindi: “E’ un processo partito con una ipotesi di reato infamante – ha risposto Mulè – e che si è svuotato in corso d’opera, portando ad una condanna per procurata inosservanza. Essendo noi diversi dai ‘grillini’ e da quelli che pensano che se uno è giudicato in primo grado bisogna buttare la chiave, sappiamo che di una ventina di processi, Claudio Scajola non è mai arrivato a condanna definitiva”.

Carlo Bagnasco ha proseguito così: “Stanno cambiando tante cose e non solamente ad Imperia. Non per altro è cambiato il coordinatore, per una nuova fase politica ed un disegno per riportare Forza Italia a livello competitivo, come vuole Silvio Berlusconi. Per fare ciò bisogna passare dai territori ed il Sindaco Scajola, non unico, è espressione di questo. Che Forza Italia non sia al top non serve uno stratega politico e, nel nostro tour, ci saranno tante città e sindaci che andremo a coinvolgere”.

Alla fine il Sindaco di Imperia, Claudio Scajola ha parlato poco con i giornalisti: "In tutti i partiti - ha detto brevemente - in questi 10 anni in cui non mi sono occupato della politica nazionale si è andati precipitando indietro. Lo scenario politico è talmente deteriorato che Giorgietti rilascia un'intervista apprezzabile ed il giorno dopo viene smentito. Ma questo succede in tutti i partiti, dove regna sovrana la confusione".  

Carlo Alessi - Angela Panzera

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium