/ Attualità

Attualità | 26 febbraio 2020, 11:09

Coronavirus: a ‘2 ciapetti con Federico’ sfatati alcuni miti dalle mascherine inutili alle ustioni da gel autoprodotti

“Le mascherine che sembrano un semplice fazzoletto sono….un semplice fazzoletto – ha detto Graziano Colombo dell'Ordine Farmacisti – ho poi visto una signora che ha creato un gel e si è bruciata una mano”. Consigli sulle buone maniere dal pediatra Granfranco Trapani, raccomandazioni dall’assessore sanremese Costanza Pireri e analisi economica da Christian Feliciotto di Federturismo.

Coronavirus: a ‘2 ciapetti con Federico’ sfatati alcuni miti dalle mascherine inutili alle ustioni da gel autoprodotti

“Niente panico, continuiamo la vita normale con solo qualche cautela in più,  seguendo le indicazioni date dagli esperti per contenere quanto possibile questa forma di infezione in modo da affrontarla al meglio”. Con questo messaggio del dottor Gianfranco Trapani, pediatra di Sanremo, si è chiusa ieri sera la puntata di ‘2 ciapetti con Federico’ dedicata al Coronavirus. Una trasmissione che ha voluto portare un po’ di chiarezza, da contrapporre a tutte le notizie false ed imprecise che stanno imperversando su internet e sui social.

“Tutti i medici stanno facendo bene il loro lavoro – ha aggiunto Trapani – Siamo formati per aiutare le persone a non avere psicosi. I sintomi iniziali di questo virus sono tosse e raffreddore come una normale influenza. All’inizio la malattia non è importante, poi si evolve e può andare a minare altre situazioni preesistenti. Da italiano sono contento di quello che si sta facendo qui rispetto ad altri Paesi. Anche se può sembrare esagerato, questi controlli ci permetteranno infatti di ottenere risultati in 15-20 giorni”. Importante il tema della prevenzione, che il pediatra Trapani ha rilanciato per i bambini: “Il prossimo anno proporrò una vaccinazione pediatrica ancora più  forte perché la prevenzione è importante”.

Infine un consiglio sulle buone abitudini, contenute nel noto decalogo che è stato diffuso. Innanzitutto lavarsi le mani con il sapone, per almeno 20 secondi, con la mano aperta. Evitare poi di toccarsi la bocca, gli occhi o il naso perché si trasmettono i batteri alla mucosa”.

Spazio anche alla realtà delle farmacie, prese d’assalto in questi giorni per acquisto di mascherine e gel, ma anche in questo caso bisogna fare delle precisazioni. A parlarne in trasmissione è stato Graziano Colombo, titolare di farmacia e vicepresidente dell’Ordine dei Farmacisti. “E’ difficile far capire che le mascherine le devono usare solo coloro che hanno già una patologia, virus o altra influenza, per non diffonderlo – ha specificato – Il dottor Google e il vicino di casa non sono il massimo, bisogna rivolgersi ai medici e alle farmacie che sono sempre aperte. C’è una forte richiesta di mascherine, guanti e gel per le mani”.

Necessarie alcune precisazioni sulle mascherine: “Le mascherine sono esaurite già da tempo e si trovano in vendita su internet a prezzi esorbitanti – ha detto Colombo – Quelle efficaci in questo caso sono di un tipo che hanno una protezione con un filtro specifico e dimensioni particolari. Quelle che sembrano un semplice fazzoletto sono….un semplice fazzoletto e non danno una protezione adeguata ! Bisogna mettere la mascherina solo se si hanno già dei problemi, altrimenti non c’è motivo e si crea solo allarmismo. Poi si vedono paradossi con persone con mascherine che quando incontrano qualcuno le abbassano per parlare”.

E sui gel ? “ Intanto precisiamo che Amuchina è il marchio dell’azienda, ma nel liquido non c’è amuchina – ha precisato - Sui social ho visto tanti metodi per prepararsi in casa questi liquidi, dove viene indicato anche l’ipoclorito che in realtà serve per pulire le superfici e non le mani. C’è tanta disinformazione, questi liquidi devono contenere alcool etilico puro almeno 60%. Questa mattina ho visto una signora che ha creato una soluzione e si è bruciata una mano, non so quanto cloro abbia utilizzato...”.

Un appello all’equilibrio è giunto dall’assessore ai servizi sociali del Comune di Sanremo Costanza Pireri: “Non andiamo a commentare su Facebook o a cercare notizie su internet, perché rischiamo di diventare tutti dei professori, affidiamoci ai medici di famiglia, ai pediatri, agli specialisti – ha detto – Bisogna leggere attentamente il decalogo che è molto completo e ricordiamoci che gli animali non trasmettono il virus. Invito quindi tutti coloro che hanno dubbi su sé stessi di chiamare il numero 112 e non andare in Pronto Soccorso”.

Attenzione poi a coloro che si stanno approfittando di questa situazione per attuare truffe e furti a danno dei più deboli. “ Purtroppo c’è un discorso di sciacallaggio – ha detto Costanza Pireri - anche a Sanremo abbiamo avuto segnalazioni all’Urp di persone che si presentano a casa con la scusa di fare il tampone per il coronavirus. L’Asl non manda nessuno a casa se non sia stato espressamente richiesto. Quindi si tratta di malfattori che vengono per rapinare o per effettuare una ricognizione per un successivo furto, e le vittime purtroppo sono sempre gli anziani”.

Le contromisure per il Coronavirus hanno avuto effetti anche sul mondo economico e turistico locale, basti pensare all’annullamento del Corso Fiorito di Sanremo e ad altre manifestazioni cancellate. “Sicuramente quella dei Carri fioriti era una manifestazione che a Marzo avrebbe portato un indotto importante, non solo alberghi ma anche ai bar ed ai ristoranti – ha detto in diretta Christian Feliciotto presidente provinciale di Federturismo Confindustria – Noi però siamo d’accordo con l’Amministrazione che non ci fossero le condizioni per portare avanti un investimento così importanti con queste incognite. Il tempo per fare una corretta informazione era infatti poco. Siamo fiduciosi che questa situazione sia limitata ad un paio di settimane per poi avere l’esatta dimensione del fenomeno, in modo da ripartire con la pasqua ad Aprile”.

L'intera puntata di ieri:

   

'2 ciapetti con Federico' è presente anche su FacebookInstagram

 

Federico Marchi

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium