/ Politica

Politica | 27 novembre 2018, 15:25

Imperia: è scontro sulle question time di Maria Nella Ponte (M5S), Camiolo "Consegnate in ritardo, non saranno discusse"

La capogruppo M5S ha convocato una conferenza stampa per domani mattina, e denuncia "E' un modo per imbavagliare l'opposizione"

Imperia: è scontro sulle question time di Maria Nella Ponte (M5S), Camiolo "Consegnate in ritardo, non saranno discusse"

A poche ore dal primo dei due consigli comunali previsti per oggi e domani, scoppia il caso delle question time della capogruppo del MoVimento 5 Stelle Maria Nella Ponte che aveva presentato cinque interrogazioni alla maggioranza a tema ambiente che non saranno però discusse nel corso dei due consigli. Il motivo? Il ritardo con cui la consigliera ha spedito, tramite Pec le cinque question time.

La consigliera – spiega il presidente del Consiglio Comunale Pino Camiolo ha spedito le question time ieri, mentre il termine ultimo era venerdì alle 12. Ieri, inoltre era festivo, per cui, anche volendo, gli uffici erano chiusi e non c’era modo di preparare le risposte, per cui, ai sensi dell’Art. 71 del Regolamento Comunale si è deciso di non accettare la discussione delle question time”.

Questa mattina Camiolo ha incontrato la segretaria generale Rosa Puglia, con la quale ha rivisto il regolamento. “L’interpretazione sembra abbastanza chiara. Inoltre, anche avessimo voluto assecondare la sua richiesta si sarebbe creato un precedente e non lo ritengo giusto”.

Maria Nella Ponte ha convocato una conferenza stampa per domani mattina per spiegare l’accaduto, ma raggiunta da Imperia News anticipa: "Sicuramente verificherò l’interpretazione data al regolamento poiché il consiglio comunale ri riunisce in seduta ordinaria sia oggi che domani,  la presentazione via pec è avvenuta intorno a mezzanotte di domenica, protocollate già stamattina appena aperto l'ufficio comunale, pertanto differisce rispetto al termine ufficiale delle 12 di venerdì di una sola ora, gli ufficio comunali infatti chiudono alle 13. A livello politico si poteva ammetterle, soprattutto considerata l'elasticità nei tempi di risposta del Comune alle richieste di accesso agli atti che presento rispetto a quelli previsti dal regolamento. Spesso non rispondono entro i termini previsti. Credo sia un modo di imbavagliare l’opposizione".

Francesco Li Noce

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium