/ Attualità

Attualità | 30 maggio 2019, 07:11

Imperia: parcheggi, per lo sconto residenti serve un'autocertificazione. Saluzzo "15mila a doverla presentare entro sabato. L'amministrazione rinvii l'avvio del piano" (Foto)

"Ho chiesto più volte al sindaco di aprire una discussione sul tema della sosta e della mobilità e, visti i risultati, ribadisco la necessità e l'urgenza di un tavolo di confronto"

Il consigliere Roberto Saluzzo mostra il modulo per l'autocertificazione

Il consigliere Roberto Saluzzo mostra il modulo per l'autocertificazione

"I residenti avranno lo sconto del 20%, che si rivela con le nuove colonnine che saranno instaurate", così il Sindaco Claudio Scajola lo scorso 29 aprile, nel corso della conferenza stampa bis sul piano parcheggi in vigore dal 1 giugno, che prevedeva una diminuzione dei posti auto a strisce blu rispetto a quanto inizialmente previsto.

Sin dalla prima enunciazione del nuovo piano, l'amministrazione, per bocca dell'Assessore alla Viabilità Antonio Gagliano prima e del Sindaco poi, ha detto che i residenti dovranno inserire il numero di targa nei nuovi parcometri installati a partire dalla scorsa settimana, in modo che le colonnine riconoscano se a parcheggiare siano residenti, che usufruirebbero di uno sconto del 20%, o non residenti.

In realtà non è stato comunicato un passaggio che gli automibilisti dovranno fare, ovvero quello di recarsi agli uffici della Go Imperia, compilare e consegnare un modulo che attesti la residenza in città dell'automobilista.

Sul tema è intervenuto il consigliere di Imperia di Tutti Imperia per Tutti Roberto Saluzzo, che tramite Imperia News chiede il rinvio dell'attuazione del nuovo piano parcheggi.

"É necessario rinviare l'entrata in vigore delle nuove tariffe per diversi motivi. Oltre al fatto che nessuno era a conoscenza dell'autocertificazione resta il problema che i dati raccolti dovranno essere caricati e messi in rete prima che le colonnine possano riconoscere gli autodichiarati residenti. Almeno 15000 utenti  entro sabato dovrebbero recarsi presso gli uffici della goimperia (ex Imperia servizi) per compilare i moduli.

Considerato poi che possono essere registrate targhe di veicoli appartenenti a non residenti ma semplicemente utilizzate da quest'ultimi, ritengo difficilmente verificabile la correttezza dei dati. O no? Ho chiesto più volte al sindaco di aprire una discussione sul tema della sosta e della mobilità e, visti i risultati, ribadisco la necessità e l'urgenza di un tavolo di confronto
".

Francesco Li Noce

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium