/ Politica

Politica | 01 luglio 2019, 18:16

Parasio, sulla delibera il capogruppo di 'Obiettivo Imperia' lascia ai suoi libertà di voto, "Ma saremo tutti favorevoli alla pratica"

È probabile che prevarrà il senso di appartenenza alla maggioranza, e soprattutto che Claudio Scajola, nella riunione in corso in queste ore, saprà convincere i suoi a un voto compatto, ma non si può negare che la delibera sul Parasio stia generando conflitti, dubbi, malumori

Parasio, sulla delibera il capogruppo di 'Obiettivo Imperia' lascia ai suoi libertà di voto, "Ma saremo tutti favorevoli alla pratica"

È probabile che prevarrà il senso di appartenenza alla maggioranza, e soprattutto che Claudio Scajola, nella riunione in corso in queste ore, saprà convincere i suoi a un voto compatto, ma non si può negare che la delibera sul Parasio stia generando conflitti, dubbi, malumori all’interno di uno schieramento, quello che sostiene il Sindaco, il quale solo sabato ha festeggiato un anno di mandato, e che, all’incontro con la stampa ha elogiato i suoi consiglieri per il lavoro svolto finora.

I segnali sono almeno due, uno riguarda un malumore esterno al consiglio comunale, e lo abbiamo raccontato: lo storico presidente del Circolo Parasio Giacomo Raineri, pur rinnovando la propria stima a Scajola, ha detto chiaramente di non capire quella parte di delibera che riguarda la viabilità, ovvero la riapertura alle auto dalle 19 all’una di notte e la previsione di 15 posti auto in piazza Parasio.

C’è però un altro segnale, e si è consumato lo scorso venerdì, durante la commissione consiliare ad hoc sulla delibera dedicata al quartiere portorino: il capogruppo di ‘Obiettivo ImperiaDaniele Ciccione ha chiesto che venisse messo a verbale che lui, al momento del voto in consiglio comunale sulla pratica, avrebbe lasciato ai suoi libertà di dire sì o no alla delibera.

Personalmente sono favorevole alla pratica, anzi secondo me in piazza Parasio si dovrebbero prevedere 30 parcheggi, non 15, ma la delibera è un inizio”, commenta a Imperia News Ciccione, che alla domanda sul perché abbia chiesto di mettere a verbale la decisione di lasciare libertà ai suoi, spiega: “L’ho fatto solo perché non mi ero ancora confrontato con il mio gruppo, ma tutti i consiglieri, dopo che ci siamo visti, hanno detto che voteranno favorevolmente, quindi ‘Obiettivo Imperia’ è compatto”.

Se Obiettivo Imperia sarà compatto, i dubbi si spostano su un’altra lista: Area Aperta, che fa riferimento al vice Sindaco Giuseppe Fossati. “C’è una riflessione”,  ammette il capogruppo Vincenzo Garibbo, il quale però lascia intendere che anche stavolta la maggioranza sarà unita.

Il Parasio è di tutti”, ha detto il Sindaco riferendosi alla volontà di andare oltre ai malumori espressi da alcuni abitanti e membri del Circolo. Forse proprio per rispondere al primo cittadino e dimostrare che la volontà di mantenere il quartiere chiuso al traffico riguarda la città, la raccolta firme contro la decisione della giunta è stata estesa anche ai non residenti: per contare quanti saranno alla fine i cittadini a rivolere le auto al Parasio. La maggioranza ci aveva provato con via Cascione, ma non gli era andata benissimo. I dati del sondaggio rivolto a residenti e commercianti sulla parziale riapertura della strada al traffico non furono mai forniti, ma da allora niente è cambiato. Via Cascione è stata anzi arredata ed è rimasta chiusa al traffico.

Francesco Li Noce

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium